Live Sicilia

ARS

Concorso, i nomi dei componenti
Miccichè guida la Commissione


ars commissione concorso, commissione concorso ars, concorso ars commissione, concorso ars miccichè, miccichè concorso ars

L’esame di ammissione avrà luogo a Palermo e consisterà in quattro prove scritte e in dieci prove orali e tecniche


Sarà Gianfranco Miccichè in persona a presiedere la Commissione esaminatrice per il concorso Ars per 11 consiglieri parlamentari. Quella di consigliere parlamentare è una delle figure più ambite. La selezione sarà per titoli ed esami. I nomi dei componenti sono stati pubblicati sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana. Componenti saranno, oltre al presidente dell'Ars, il segretario generale dell'Assemblea regionale siciliana
Fabrizio Scimè; i tre docenti Maria Cristina Cavallaro, docente di Diritto amministrativo alla facoltà di Giusrisprudenza dell'Università di Palermo, Fabrizio Tigano, docente di Diritto amministrativo alla facoltà di Scienze politiche dell'Università di Catania, e Giuseppa Di Gregorio, docente di Storia contemporanea sempre nella facoltà di Scienze politiche di Catania; e Luigi Ciaurro, consigliere parlamentare del Senato.

Saranno nominati, poi, con un altro decreto i docenti aggregati per lo svolgimento delle prove, per specifiche materie e per la lingua straniera. I compensi per i componenti della Commissione rientrano nel bilancio dell'Ars 2019-2021.

L’esame di ammissione avrà luogo a Palermo e consisterà in quattro prove scritte e in dieci prove orali e tecniche. La fase scritta prevede un tema di diritto amministrativo, uno di diritto costituzionale, uno di contabilità di Stato e degli enti pubblici e un tema di storia d’Italia dal 1860 a oggi. Ciascuna prova avrà la durata di otto ore e darà diritto a un punteggio massimo di 30 punti. Gli esami orali saranno centrati su diritto costituzionale e regionale, diritto parlamentare, amministrativo e degli enti locali, contabilità di Stato e degli enti pubblici, storia d’Italia e della Sicilia, politica economica. Prevista, inoltre, la lettura e traduzione di un breve testo scritto nella lingua straniera scelta dal candidato per il colloquio, e una prova di accertamento sulle capacità di utilizzo del computer per la redazione di testi e per la ricerca su banche dati disponibili su internet.