Live Sicilia

PALERMO

Droga taxi con l'autocompattatore
Arrestato un netturbino della Rap


arrestato netturbino rap, droga arresto palermo, droga taxi, netturbino rap droga, Cronaca

Operazione dei finanzieri del Goa. Invece di raccogliere la spazzatura consegnava gli stupefacenti.


PALERMO - Se ne andava in giro con l'autocompattatore della Rap non per raccogliere i rifiuti, ma per consegnare droga a domicilio.

I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo hanno arrestato un netturbino colto in flagrante mentre svolgeva la sua "seconda attività" durante l’orario di servizio. Maurizio Sciortino, 49 anni, aveva addosso 113 grammi di hashish e 27 di marijuana.


 

La droga sequestrata al netturbino



I finanzieri del Goa, Gruppo operativo antidroga, aglio ordini del tenente colonnello Giuseppe Campobasso, seguivano da tempo i movimenti di Sciortino, dipendente della società con precedenti penali per droga. Anomale erano alcune sue tappe fuori dal circuito stabilito dal turno di lavoro. E così hanno fermato l'autocompattatore in via Dante. Dentro c'erano 95 grammi di hashish. Altri quaranta grammi di marijuana Sciortino li nascondeva in casa. 

Su disposizione del pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica Sciortino è stato arrestato in flagranza di reato e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Un episodio analogo, il 6 marzo scorso, aveva coinvolto il figliastro di Sciortino, Cristian Messina. Nel suo caso gli era stato sequestrato oltre un chilo e 400 grammi di hashish.

"L’operazione di servizio, condotta dalle fiamme gialle a contrasto dei fenomeni di produzione e traffico di sostanze stupefacenti - si legge in una nota - si inserisce nel più ampio dispositivo realizzato sul territorio dalla Guardia di Finanza a tutela della collettività dai gravi pericoli che l’immissione della droga sequestrata sul mercato avrebbe potuto provocare.