Salta questo annuncio tra 0:0 secondi
Chiudi

"Siamo nigeriani, non mafiosi": sit-in in piazza FOTO

“Siamo nigeriani, non siamo mafiosi”. Lo espongono sui cartelloni e lo ribadiscono a più riprese, i membri della Nigerian Association Regione Sicilia e dell’associazione Le Donne di Benin City, riunitisi a piazza Verdi per la prima manifestazione antimafia di massa organizzata da una comunità straniera. Presenti all’incontro anche il sindaco, Leoluca Orlando, e alcune associazioni siciliane come il centro “Pio La Torre”. “Da quando sono stato eletto, ho sempre cercato di organizzare questa manifestazione insieme ai miei connazionali e altre associazioni che lottano contro attività illegali e mafiose”, dice Samson Olomu, presidente della Nigerian Association dal 2017 ma a Palermo ormai da 11 anni. “Come gli italiani non sono tutti mafiosi, nemmeno noi nigeriani lo siamo. I nostri connazionali che lo sono hanno bisogno di una cosa da fare, sono poveri, ignoranti, hanno bisogno d’amore. Che tipo di mafiosi sono?”, è la provocazione del presidente. “Nella nostra associazione non ci occupiamo solo di strappare le ragazze alla criminalità, ma anche di far capire loro che devono rimanere qui, sul territorio, e lavorare al futuro dei figli – spiega Osas Egbon, presidente de Le Donne di Benin City, associazione di sole donne che si occupa di sottrarre le giovani vittime della tratta di esseri umani, costrette da confraternite come la Eiye a lavorare come prostitute, sotto ricatto. Il sindaco Orlando ha ringraziato la comunità nigeriana di Palermo, che “dice no alla mafia, quando la mafia ha il volto dei palermitani e dei nigeriani: la conferma che questa è una grande comunità che si fonda sui diritti di tutti e di ciascuno. È bello vedere i palermitani nigeriani che dicono no ai mafiosi nigeriani – conclude il primo cittadino – confermando che c’è una Palermo che vuole crescere e cambiare”.