Live Sicilia

Palermo

"E' un pericolo per la sicurezza"
Niente locali pubblici per 2 anni


daspo locali pubblici palermo, decreto sicurezza, questore di palermo, vietato frequentare locali pubblici per 2 anni per un pregiudicato palermitano, Cronaca

Applicata per la prima volta in Italia una nuova misura cautelare prevista dal decreto sicurezza

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - La polizia ha applicato, per la prima volta a Palermo e in Italia, il divieto di accesso a locali pubblici nei confronti di M.R., 29 anni, ritenuto soggetto pericoloso per la sicurezza pubblica. Il provvedimento è stato introdotto dal cosiddetto recente “Decreto Salvini” ed è stato applicato dal questore ad un palermitano, già condannato con sentenza definitiva nel corso degli ultimi tre anni per essere stato autore del reato di lesioni personali aggravate, in concorso con altri, commesso nei confronti di due cittadini extracomunitari dinanzi a un locale pubblico di Palermo. Recentemente aveva aggredito con violenza un altro giovane palermitano presso una pizzeria e in un Internet Point nel quartiere “Zisa”.

Nel corso di quest’ultimo episodio, risalente a settembre del 2018, il giovane, senza un apparente motivo, con efferata violenza, aveva aggredito un altro ragazzo impugnando una barra di ferro, provocandogli gravi lesioni guaribili con una prognosi di trenta giorni. Identificato dai poliziotti il questore ha così emesso nei confronti del pluripregiudicato, la recentissima misura di prevenzione.

All'uomo, dunque, è vietato accedere in alcuni locali pubblici nel quartiere “Zisa”, e stazionare nelle immediate vicinanze degli stessi locali pubblici e di transitare nell’area di via Cappuccini e zone limitrofe, per un periodo di 2 anni. Inoltre, tenuto conto della sua specifica pericolosità sociale, della sua manifestata personalità criminale con forte tendenza alla reiterazione di reati violenti, è stato imposto al pregiudicato l'obbligo di comparire tre giorni a settimana in orario serale presso gli uffici di polizia, per due anni.