Live Sicilia

AL LARGO DI LAMPEDUSA

Sea Watch, Salvini non molla:
"Col piffero che attracca"


salvini sea watch, sea watch lampedusa, sea watch salvini

Sono state fatte "diffide con la Guardia di Finanza, con la Polizia di Stato".


"Col piffero che il barcone attracca a Lampedusa". Lapidaria la risposta ai giornalisti del ministro degli Interni, Matteo Salvini a margine di un incontro elettorale a Valeggio sul Mincio (Verona). "Sono andato a letto seguendo un barcone a Lampedusa, mi sono alzato stamattina ed è ancora lì" aggiunge il leader del Carroccio, il quale sottolinea che sono state fatte "diffide con la Guardia di Finanza, con la Polizia di Stato; abbiamo approvato decreti, regolamenti, questi se ne fregano e vanno avanti".

La nave Sea watch con 47 migranti a bordo che chiede di poter entrare in porto è sempre a poche centinaia di metri dalla costa di Lampedusa di fronte cala Spugne. Le autorità italiane avevano consentito il trasbordo e quindi lo sbarco a terra di 18 persone, i bimbi con le loro famiglie e una donna ustionata, ma il Viminale non autorizza l'approdo delle altre persone. La Sea Watch, nave di una Ong tedesca, ha soccorso i 65 migranti il 15 maggio a 30 miglia dalle coste libiche. Due motovedette della Gdf e della capitaneria sorvegliano la nave.

"Come ministro dell'Interno - ha spiegato - ho detto 'costi quello che costi questo barcone non attracca e questi immigrati non scendono'. Perché altrimenti non esiste più la legge". "Vediamo questo tira e molla. Adesso hanno chiesto alla Capitaneria di Porto di prenderli a bordo perché li facciamo scendere noi: col piffero" ha concluso Salvini.

"Le 47 persone a bordo della Sea Watch 3 devono scendere a terra. L’ambulatorio di Lampedusa, come sempre, è pronto ad accoglierli e a prestare le prime cure e non c’è una sola ragione per mantenerli ancora a bordo. Papa Francesco ha detto creiamo ponti, apriamo porte. Voglio ricordare al ministro con il rosario che Maria Immacolata era migrante", ha detto Pietro Bartolo, medico di Lampedusa e candidato al Parlamento Europeo nelle liste Pd-SE (collegi Italia centrale e insulare).