Live Sicilia

Palermo

Velodromo verso una seconda vita
E fra 18 mesi tocca al Palasport


concerti velodromo, concerti velodromo palermo, lavori ristrutturazione velodromo palermo, nuova vita per il velodromo di palermo, palazzetto dello sport di palermo, palermo, ristrutturazione palasport palermo, unlocked music festival al velodromo di palermo, Cronaca, Palermo

L'8 giugno il battesimo dell'impianto di via Lanza di Scalea con l'Unlocked Music Festival

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il Velodromo riaprirà i battenti a inizio giugno, il Palazzetto dello Sport lo farà alla fine del prossimo anno. Buone notizie per gli impianti sportivi della città che, dopo problemi e disavventure varie che per anni ne hanno interdetto l’uso, si preparano a tornare operativi ospitando concerti e manifestazioni.

Il primo in ordine di tempo sarà il Velodromo “Paolo Borsellino” di via Lanza di Scalea che l’8 e il 9 giugno ospiterà l’Unlocked Music Festival, la rassegna che avrà tra i suoi protagonisti Gigi D’Agostino, Capo Plaza e gli Eiffel 65. Una struttura chiusa da sei anni ma su cui sono al lavoro da tempo sia il Coime che Amg, ossia le strutture comunali che con un progetto da un milione di euro stanno riportando il Velodromo all’antico splendore. Nuovi gli impianti elettrici e idrici per uffici, campo e tribune, ma anche gli 11.155 seggiolini saranno completamente rinnovati; l’amministrazione si sta occupando anche di realizzare un prato sintetico da 10.600 metri quadrati, di sostituire oltre 500 metri di cancelli perimetrali, di consolidare e impermeabilizzare tribune e gradinate. Il cantiere prevede anche la sostituzione di oltre 80 porte, di 150 sanitari e 200 rubinetti, la tinteggiatura di oltre 5000 metri quadrati di superfici, la cura di 2000 metri quadrati di verde e lo smaltimento di oltre 600 metri cubi di rifiuti fra plastica, legno e ferro. “A giugno saremo pronti a restituire l’impianto alla città”, dice il vicesindaco Fabio Giambrone che fra le sue deleghe ha per l’appunto anche quella del Coime.

E la rinascita del Velodromo sarà decisiva soprattutto per i concerti, vista anche la capienza: 2.624 posti a sedere nella tribuna copertura, 2.621 in quella scoperta, 2.947 nella prima gradinata e 2.963 nella seconda. In totale 5.571 posti coperti e 5.584 scoperti; posti a cui vanno aggiunti quelli sul prato, che possono oscillare tra 5 e 10 mila. I lavori per la tribuna coperta, però, saranno completati solo entro la fine dell’anno.

Ma le buone notizie non finiscono qui. Vanno avanti anche i cantieri sul Palazzetto dello Sport di Fondo Patti, di cui il Comune sta curando la copertura mentre il resto dei lavori è a carico del Coni Sicilia. La data fissata sul calendario è ottobre del 2020: “Abbiamo superato gli ostacoli e procediamo spediti – spiega l’assessore alle Infrastrutture Maria Prestigiacomo – Anche il Coni ci ha detto ormai di essere pronto e quindi per la fine del prossimo anno la città potrà tornare a utilizzare il suo Palasport per le manifestazioni sportive, mentre per i concerti si punterà sul Velodromo”.