Live Sicilia

PALERMO

Il pestaggio al titolare del "Dorian"
L'aggressore finisce in carcere


aggressione borgo vecchio, anotnio cannata, giovanni caruso, pestaggio dorian, titolare dorian aggredito, violenza, Cronaca, Palermo
Un frame del video registrato dalle telecamere

Cannata era già stato individuato grazie alle telecamere. La vittima riportò ferite gravissime

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Si aprono le porte del carcere per l'aggressore dell'imprenditore Giovanni Caruso, titolare del pub Dorian - ex Tasmira del Borgo Vecchio - che fu pestato a sangue l'11 novembre dello scorso anno.

I carabinieri del nucleo Investigativo hanno eseguito il provvedimento così come disposto dal gip del Tribunale di Palermo. Antonio Cannata, 30 anni, era già stato rintracciato grazie alle telecamere che avevano immortalato i momenti di violenza, le indagini hanno confermato le sue responsabilità: la vittima quella notte nel rientrare a casa aveva notato una ragazza, che era fidanzata proprio col trentenne. Stava piangendo, lui le  aveva chiesto se avesse avuto bisogno di aiuto.

Subito dopo Cannata aveva raggiunto la giovane e, senza alcun motivo, aveva aggredito Caruso sferrando calci e pugni, lasciandolo poi esanime a terra. Caruso, trasportato in ospedale da personale del 118, aveva riportato ferite gravissime. Nell'abitazione del ragazzo erano stati trovati un paio di scarpe con tracce di sangue, i vestiti indossati durante l’aggressione, nonché lo scooter con cui si era allontanato con la fidanzata dal luogo dell'aggressione.

Cannata era quindi stato denunciato a piede libero. Considerati i riscontri investigativi e la gravità dei fatti, il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere. Cannata è stato trasferito al Pagliarelli. 

Leggi anche

Denunciò il racket, pestato

Il pestaggio a Borgo vecchio, esclusa la pista mafiosa

La donna, una sigaretta, le botte. Il film choc della notte di violenza

Il pestaggio del titolare del Dorian, ecco il nome dell'aggressore

Il pestaggio del titolare del Dorian e la nuova denuncia

Il pestaggio del titolare del Dorian, l'aggressore chiede scusa