Live Sicilia

PALERMO

L'incidente mortale in via Coppi
Lo Zen in lacrime per Giovanni


carabinieri, giovanni guarino, incident emortale allo zen, incidente mortale a palermo, palemro, polizia municipale, via fausto coppi, villa sofia, Cronaca, Palermo
Giovanni Guarino, aveva 39 anni

Lo scontro a pochi metri da casa, in cui Guarino abitava con la moglie e due figli di 2 e 4 anni

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - "Ciao Giovanni, ricordo come fosse ieri le nostre ultime partite di calcetto. Ci mancherai". "Qui ti conoscevamo tutti, l'intero quartiere è a lutto, non riesco a credere ancora a quello che ti è accaduto". Sono soltanto alcuni dei messaggi rivolti a Giovanni Guarino, il 39enne che stamattina ha perso la vita nel tragico incidente stradale avvenuto in via Fausto Coppi, a pochi metri dall'abitazione in cui viveva con la moglie e i due figli di due e quattro anni.

Lo Zen si è svegliato nel dramma: subito dopo l'impatto i residenti sono scesi in strada, decine di amici e parenti dell'uomo si sono poi recati al pronto soccorso di Villa Sofia, sperando di poter riabbracciare Giovanni. "E invece è stato tutto inutile - racconta l'amico Antonino -. Abbiamo sperato fino all'ultimo che avvenisse miracolo, ma alla fine ci hanno dato la notizia che mai avremmo voluto sentire. Giovanni era un ragazzo dal carattere prezioso, sempre disponibile e affabile con tutti. Viveva per la sua famiglia". Sui social sono in tantissimi a ricordare il 39enne, tra questi il cugino, Giuseppe: "Riposa in pace caro Giovanni, la vita è così ingiusta".

E ancora: "Il mio pensiero va soprattutto ai due bambini, adesso senza il papà - dice Francesca -. Non riesco a trattenere le lacrime, siamo tutti distrutti da quello che è successo". Lo schianto tra la moto Yamaha T-Max di Guarino ed una Fiat panda guidata da una donna di 68 anni, si è verificata all'altezza del civico 5 di via Coppi. Anche l'automobilista, che in base ai primi rilievi stava effettuando una inversione ad "U", è rimasta ferita ed è stata trasportata in ospedale: i soccoritori l'hanno trovata in stato di choc.

"Qui in molti effettuano questa manovra - dicono alcuni amici del 39enne - per evitare di fare il giro di un isolato. Molte volte si verificano piccoli incidenti, stavolta ci è scappato il morto e purtroppo si tratta del nostro caro Giovanni". I messaggi scorrono, lo Zen è in lacrime. E al dolore si unisce anche l'associazione "Padre Pio": "Conoscendoti, Giovanni, qui saremo in tanti a piangere per te. Siamo vicini alla tua famiglia, ai tuoi bimbi". "Riposa in pace amico mio - aggiunge chi lo conosceva - proteggi la tua famiglia adesso anche tu sei diventato un grande angelo. Non ci sono parole, quando ho letto la brutta notizie non sono riuscito a pensare più a niente". Entrambi i mezzi coinvolti sono stati sequestrati, la dinamica dell'ennesimo incidente sulle strade palermitane è ancora al vaglio degli investigatori.