Live Sicilia

Indagato a Perugia

Palamara, l'inchiesta passa da Gela
"Soldi per dare la Procura a Longo"


giancarlo longo, giuseppe calafiore, indagato palamara, luca palamara, piero amara, Caltanissetta, Cronaca

I fatti risalgono a quando rivestiva il ruolo di componente del Csm

VOTA
0/5
0 voti

ROMA - Il pm della procura di Roma, Luca Palamara, quando rivestiva il ruolo di componente del Csm avrebbe ricevuto 40 mila euro dagli avvocati Giuseppe Calafiore e Piero Amara per favorire la nomina di Giancarlo Longo a procuratore di Gela, non andata in porto. E' quanto emerge dal decreto della perquisizione disposta dalla Procura di Perugia nei confronti dell'attuale sostituto procuratore a piazzale Clodio.

Palamara "quale componente del Csm riceveva da Calafiore e Amara la somma pari ad euro 40 mila per compiere un atto contrario ai doveri d'ufficio, ovvero agevolare e favorire il medesimo Longo (arrestato nel febbraio del 2018 nell'ambito dell'inchiesta su corruzione in atti giudiziari dalla Procura di Messina - ndr) nell'ambito della procedura di nomina a procuratore di Gela alla quale aveva preso parte Longo, ciò in violazione dei criteri di nomina e selezione".

(ANSA).