Live Sicilia

il gesto

Salva la moglie, poi muore
Sergio, eroe a 83 anni


sergio papisca, 83 anni, infarto, rimini, bellariva, hotel, cassano magnago, varese,

Ha riportato la donna sulla battigia, ma il cuore non ha retto lo sforzo

VOTA
0/5
0 voti
Si è tuffato in mare senza esitazioni e niente l'ha trattenuto, non l'impeto delle onde o la giornata nebbiosa, né i suoi 83 anni. Così Sergio Papisca ha tratto in salvo la moglie che rischiava di annegare, in un ultimo atto d'amore: non si è risparmiato neanche una bracciata, e dopo averla riportata sulla battigia è morto d'infarto. I fatti, successi a Rimini sabato mattina, sono raccontati da Il Corriere della SeraIl coraggio e la forza d'animo dell'uomo, residente a Cassano Magnago (Varese), si sono inevitabilmente scontrati con l'età e i limiti del fisico.

I coniugi erano innamorati di Rimini: da quarant'anni trascorrevano almeno due settimane sempre lì, clienti fedelissimi del solito hotel in zona Bellariva. E come in molte altre giornate di mare trascorse in Riviera, anche sabato intorno alle 11,30 la moglie di Papisca decide di concedersi un bagno. Per la signora però le cose si complicano all'improvviso, e a un tratto non riesce più a tornare verso la riva.
Allora grida il nome del suo Sergio. Lui non ci pensa un attimo: si tuffa, la raggiunge in acqua, la afferra e la riporta a riva con l'aiuto di due bagnini. Anche nei suoi ultimi attimi lui sorride, racconta il Corriere, come a lasciar intendere di non sentire il cuore sconfitto ma leggero.