Live Sicilia

Palermo

Panama, ciabatte... e sonniferi
Rapinatore narcotizzava i turisti


, Cronaca, Palermo

La banda dei furti. Caccia a una quinta persone non ancora identificata


PALERMO - Cappello Panama, t-shirt, ciabatte e zainetto sulle spalle. Non aveva proprio l'aria del rapinatore. Ad insospettire i poliziotti del commissariato Oreto-Stazione di Palermo è stata la torcia che portava legata al ginocchio destro.

Cosa ci faceva il marocchino Kamal Rochdi con quella torcia una notte di agosto dell'anno scorso in via del Celso, nella zona di corso Vittorio Emanuele? Era lì, secondo l'accusa, per uno dei tanti colpi che gli vengono contestati dal pubblico ministero Giorgia SpiriQuella volta nel mirino finì una coppia di turisti che alloggiava in un B&B. Non si accorsero di nulla, narcotizzati dai rapinatori. Gli portarono via tutto.

In carcere sono finiti anche il ghanese Rauf Mohamed Abdul e il tunisino Ahmed Hamzaoui, conosciuto come “Diabolik”. Ai domiciliari il palermitano Carlo Catalano. Manca all'appello una quinta persona.

A volte le vittime era sorprese nel sonno. Come l'uomo che si era disteso sul divano della sua abitazione in vicolo Santa Chiara. La finestra era aperta per cercare di fronteggiare il caldo estivo. Si risvegliò frastornato.