Live Sicilia

A PALAZZO D'ORLEANS

"Viabilità, la mia idea è Ievolella
Consorzi di bonifica, c'è la riforma"


commissario viabilità ievolella, consorzi di bonifica riforma musumeci, ievolella musumeci, musumeci consorzi di bonifica, riforma consorzi di bonifica, rimpasto musumeci
La conferenza stampa di Musumeci

A Roma, da Toninelli, è andato l'assessore Falcone. Pronta la riforma dei consorzi: il personale transiterà nel nuovo ente

VOTA
0/5
0 voti

Il governo è pronto a varare la riforma dei consorzi di bonifica. Ne nascerà uno solo con quattro comprensori. Il ddl che sarà discusso dalla prossima giunta riordina i consorzi di bonifica e irrigazione. Il presidente della Regione Nello Musumeci lo ha presentato oggi a Palazzo d'Orleans con il dirigente Dario Cartabellotta e il consulente Ezio Castiglione. Non c'è l'assessore al ramo Edy Bandiera, a Roma per incontrare il ministro. A margine anche una battuta sul rimpasto, per il quale si evince che i tempi non sono ancora maturi, e sulla nomina del commissario per la viabilità, con un nome fatto da Musumeci: quello del provveditore alle opere pubbliche per Sicilia e Calabria Gianluca Ievolella.

Tra gli obiettivi della legge quadro di riforma che la giunta porterà all'Ars c'è quello di aumentare la superficie irrigua: a oggi sono 61mila gli ettari irrigati a fronte di 176mila irrigabili. L'incremento stimato per il reddito in agricoltura è di un miliardo di euro. Un altro obiettivo è la riduzione del contenzioso e la realizzazione di una giustizia impositiva e retributiva.

Si passerà dagli 11 consorzi attuali a un unico consorzio con quattro comprensori: Palermo-Trapani, Agrigento-Caltanissetta-Gela, Caltagirone-Catania-Enna-Messina e Siracusa-Ragusa. Il consorzio avrà natura giuridica di ente di diritto pubblico a carattere associativo. La nascita del nuovo consorzio sarà preceduta dalla liquidazione degli esistenti, il cui personale transiterà nel nuovo ente.

"Questa riforma mette fine al calvario. Dobbiamo consegnare la gestione dei consorzi di bonifica agli agricoltori", dice il presidente della Regione Nello Musumeci, che parla di "riforma epocale". "Ridiamo ossigeno all'agricoltura e diamo serenità a duemila dipendenti", dice Musumeci.

Oggi il presidente doveva incontrare il ministro Toninelli per parlare di strade. All'incontro è andato l'assessore al ramo Marco Falcone. "Per le strade provinciali pensiamo a una figura di alto profilo lontano dai partiti, come il capo del provveditorato alle opere pubbliche Ievolella. Se dovesse accettare. È una mia idea e credo che il ministro non può non essere favorevole".

Musumeci risponde ai cronisti anche sul rimpasto. Quando saranno nominati i nuovi assessori a Turismo e Beni culturali? "Spererei domani mattina perché ho tante cose da fare. Io spererei tra qualche settimana. Però i due assessorati stanno lavorando senza soluzione di continuità, ci tengo a dirlo".