Live Sicilia

PALERMO

Le giustizia italiana è lenta
Pure il trenino Lego s'impantana


collezione lego, imputato truffa processo, lego, mattoncini lego, trenino lego, truffa lego, truffa trenino lego, Cronaca

Una truffa da 60 euro si chiude con la non punibilità dell'imputato

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - La truffa ammontava a 60 euro, ma per stabilire la “non punibilità dell'imputato per la tenuità del fatto” è stato necessario celebrare un processo, lungo e costoso.

Nella giustizia italiana si è impantanato pure un piccolo trenino Lego. Un appassionato polacco del meraviglioso mondo dei mattoncini colorati, nel 2015, acquista il trenino pubblicizzato con un annuncio su un noto portale di compravendite on line.

Il pagamento viene effettuato tramite bonifico postale sul conto corrente di Giuseppe Farina, residente a Terrasini. Il trenino non è arrivato a destinazione. Mai consegnato a Bolzano, dove vive il polacco. L'acquirente lo denuncia per truffa. La polizia postale avvia le indagini e identifica l'imputato che “con artifizi e raggiri” ha approfittato della buona fede dell'appassionato di Lego.

Cinque anni fra indagini e processo per stabilire la non punibilità del'imputato, difeso dall'avvocato Sergio Toscano, decisa dal giudice del Tribunale Nicola Aiello. La giustizia in Italia è anche questo.