Live Sicilia

Calcio

Palermo, fiato sospeso
Albanese: "Preoccupato"


albanese parla dell'iscrizione del palermo calcio, alessandro albanese su fidejussione palermo calcio, calcio, figc, palermo calcio

Il presidente del Palermo al termine del cda: "Entro domani prenderò le mie decisioni"

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il rebus iscrizione del Palermo al prossimo campionato di serie B è ancora lontano anni luce da una soluzione. L'afa di questo 26 giugno a Palermo toglie ancora di più il respiro al popolo rosanero che cerca notizie in maniera febbrile, un briciolo di speranza che però col passare delle ore non si intravede. Alle parole rigorose del presidente della Figc Gravina di stamattina
(clicca qui per leggere l'articolo) sono seguite a fine mattinata quelle del presidente del Palermo calcio, Alessandro Albanese al termine di un consiglio di amministrazione programmato ma che non ha dissolto la coltre di nubi sul destino del club di viale del Fante.

Albanese ha parlato ai giornalisti dopo il cda: “Era una seduta di consiglio programmata e convocata per analizzare conto economico e budget della società - ha spiegato il presidente rosanero -, documenti che devono essere inviati domani alla federazione per l’iscrizione al prossimo campionato. Venerdì scorso abbiamo certificato l’immissione di 6,4 milioni di euro nelle casse della società. Abbiamo ancora speranze. Oggi in cda abbiamo chiesto gli estratti conto dei conti correnti per inviarli alla Figc. La fideiussione è un altro capitolo, su questo cercheremo di agire legalmente per la tentata truffa. In serata attendiamo la lista di tutti i pagamenti effettuati e se i documenti che produrremo saranno in linea con le richieste della federazione rimarrà solo il problema della fideiussione che verrà affrontato tramite un dialogo con la Figc. Stasera ne sapremo di più e dirò come stanno le cose, non mi sottrarrò. I bonifici degli stipendi sono stati fatti il 24. Il mio augurio è quello di cominciare da stasera una battaglia unicamente dedicata all'argomento fideiussione. Non siamo ancora in serie D - conclude Albanese -, anche se sappiamo che la situazione è grave e sono legittimamente preoccupato. Entro 12 ore avremo delle risposte concrete. Verificheremo ciò che si è fatto e tra stasera e domani mattina prenderò le mie decisioni“.

A chi gli ha chiesto se c'è la prospettiva amara di portare i libri contabili in tribunale, Albanese ha risposto che "intanto voglio capire meglio la situazione poi se dovesse essere la peggiore il Cda farà tutti i passaggi necessari che poi dovrà rimettere all'assemblea. Voglio ricordare che questa è una Spa a tutti gli effetti, ci sono quindi dei passaggi obbligatori da fare: valuteremo attentamente senza sottrarci alle nostre responsabilità". A proposito della fideiussione, inoltre, Albanese sottolinea che il Palermo può "iniziare una guerra solo se si conferma che il problema è stato causato da altri e per causa di forza maggiore, altrimenti i provvedimenti che adotterà la Figc saranno altri".