Agueci: "Nessuna intercettazione" | E Crocetta 'chiarisce' - Live Sicilia

Agueci: “Nessuna intercettazione” | E Crocetta ‘chiarisce’

Leonardo Agueci

"Ribadisco che agli atti in nostro possesso, che siano registrazioni ambientali o telefoniche, non esiste quella intercettazione". Lo ha detto il procuratore aggiunto di Palermo, Leonardo Agueci.

Il procuratore aggiunto
di
9 Commenti Condividi

PALERMO- “Sono pensieri di Crocetta. Ribadisco che agli atti in nostro possesso, che siano registrazioni ambientali o telefoniche, non esiste quella intercettazione”. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Palermo, Leonardo Agueci, rispondendo a chi gli chiedeva un commento a quanto sostenuto dal Governatore Rosario Crocetta, secondo cui l’intercettazione incriminata del medico Matteo Tutino potrebbe essere un’ambientale. “Sono convinto – ha detto infatti Crocetta al Corriere della Sera – che si tratti di una intercettazione ambientale, confusa, piena di fruscii, in parte incomprensibile, con Tutino che parla, ma senza che nessuno sappia con chi. Certo non con me, per la semplice ragione che io in quello studio non c’ero”. Crocetta ipotizza, quindi, che la conversazione sia avvenuta in uno studio.

“In intercettazione ambientale la frase di Matteo Tutino? Non è una mia convinzione, non è una cosa di cui sono convinto, assolutamente no. E’ solo una delle tante ‘minchiate’ che mi hanno riferito come ipotesi di quanto accaduto. Tra le tante voci messe in circolazione, c’è anche questa. Tutto qui”. Lo dice all’ANSA il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    ma perchè continua a parlare di quella intercettazione, forse inesistente, e non commenta quelle vere?

    Non credo che ci siano dei pazzi coincidenti con il Direttore dell’Espresso e con il giornalista dello stesso giornale che senza una prova a sostegno della loro tesi abbiano affermato quello che hanno scritto. Mi rifiuto.

    La vicenda della presunta intercettazione è torbida.
    Crocetta ha mille responsabilità. Mille e una se è vera. Ma se non è vera, si tratta di roba torbida.

    Ok quella non c’è, parliamo di TUTTE LE ALTRE…….TUTTE VERE !!!!!!!!!

    Dice bene il dott.Agueci, a Palermo non risulta nulla.
    Ma in altre procure ????

    non è che mi interessi molto se quella intercettazione è vera o meno. Ci sono tutte le altre e ci sono tutte le verità che già sapevamo direttamente da chi le aveva subite quando Tutino spadroneggiava…e questo basta e avanza. Ed è penalmente rilevante!

    Forse le indagini andrebbero svolte un po’ meglio, anche se non rivestono un grande interesse per qualcuno.
    Mi pare che esistano parecchi esposti sulle nomine nella Sanità siciliana. E’ stato dato corso a quelle denunce, o sono state “archiviate” ?

    E gli articoli della stampa, perchè vengono letti solo per le contestazioni di salvataggio di Crocetta e non per valutare gli addebiti che gli vengono rivolti ? Dov’è finita l’obbligatorietà dell’azione penale ?

    Se in quello che viene registrato e pubblicato sui media si può ravvisare una notizia di reato, non vi è l’obbligo di accertarne il fondamento ?

    Gionalisti, la prossima volta fate meglio le domande:

    è possibile che esista quella intercettazione, magari ancora non disponibile perchè secretata

    o per altri motivi che non possono essere esposti per ragioni d’ufficio della procura?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.