Anche il banco alimentare| in aiuto della Gesip - Live Sicilia

Anche il banco alimentare| in aiuto della Gesip

L'Anas di Palermo starà a fianco dei lavoratori senza stipendio da oltre due mesi. Il presidente "Il cibo c'è, mancano gli spazi".

Solidarietà ai dipendenti
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Per tamponare l’emergenza Gesip spunta un nuovo attore, si tratta dell’Associazione Nazionale di Azione Sociale (Anas). La sede zonale di Palermo, in particolare quella del quartiere Villaggio Santa Rosalia e Villagrazia, starà a fianco dei numerosi dipendenti dell’ex municipalizzata. I volontari dell’associazione distribuiranno infatti generi di prima necessità ai lavoratori della Gesip, che da oltre due mesi sono senza stipendio.

A coinvolgere l’Anas il presidente del Consiglio Comunale, Salvatore Orlando. “Siamo stati chiamati da lui – conferma Daniele Mannisi, presidente zonale dell’associazione – ma facciamo quest’attività di volontariato da due anni. Non prendiamo denaro pubblico ma soltanto le derrate, che provengono da un progetto europeo. Ho messo personalmente il locale a disposizione, ora speriamo di poter avere un supporto logistico dal Comune, perché il cibo c’è ma mancano gli spazi”.

Si mobilita dunque anche il mondo del volontariato palermitano per tamponare l’emergenza Gesip. L’Anas che opera nel quartiere Villagrazia-Policlinico – intitolata all’avvocato Enzo Fragalà – conta una ventina di volontari, la maggior parte dei quali sono carabinieri liberi dal servizio. Pasta, latte, zucchero saranno distribuiti nei prossimi giorni dalla sede di via Antonio Marinuzzi, agli operai della Gesip.

La risposta del Comune:

In merito alla informazione ricevuta dell’offerta di aiuti concreti da parte di un ente nei confronti dei lavoratori Gesip, l’assessore alla cittadinanza sociale Agnese Ciulla, apprezzando tale gesto, lancia un appello a tutta la città e a tutti i cittadini ad attivare tutti i possibili canali, anche personali, di solidarietà. “Siamo di fronte ad una realtà emergenziale in città molto elevata, che coinvolge migliaia di persone di più ceti sociali oggi in difficoltà anche a causa della perdita di lavoro di famiglie monoreddito, fra cui anche i lavoratori e le lavoratrici Gesip. L’amministrazione già dalle prime settimane del proprio insediamento ha avviato le procedure possibili per elaborare e fornire risposte il più possibile adeguate alle emergenze e ai bisogni dei cittadini che subiscono gravi disagi, cui si è data anche risposta concreta con l’approvazione del Bilancio Comunale nei giorni scorsi, da parte del consiglio comunale.

La situazione in città è grave e serve l’aiuto di tutti. La prossima settimana è prevista la convocazione degli enti disponibili a coordinare i lavori con l’Amministrazione al fine di rafforzare un intervento di aiuti e supporto alle persone in difficoltà, fermo restando il lavoro di presa in carico già avviato dai servizi in collaborazione con alcuni enti di terzo settore, fra cui la Caritas.”


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    dategli quello che spetta loro ovvero il lavoro (che peraltro già avevano) e non l’elemosina!

    VERGOGNATI ORLANDO VERGOGNATI , IL BANCO ALIMENTARE A GENTE CHE NON E’ NEMMENO LICENZIATA QUESTO E UN OLTRAGGIO AI POVERI DI PALERMO E AI PENSIONATI !!!!!

    orlando io ti ho votato e tu mi dici di andare al banco alimentare………..non ho piu parole….c’hai preso per dei meschini………..ci stanno offendendo……..scendete tutti in piazzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.