Belice, 50 anni dopo | Cosa c'è oggi in Sicilia - Live Sicilia

Belice, 50 anni dopo | Cosa c’è oggi in Sicilia

Avvenimenti previsti oggi, domenica 14 giugno, in Sicilia.

GLI APPUNTAMENTI
di
1 Commenti Condividi

Avvenimenti previsti oggi in Sicilia.

PARTANNA (TP) – Auditorium Giacomo Leggio, ore 10.30 Apertura delle celebrazioni del cinquantesimo anniversario del terremoto del Belìce, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Partecipano il sindaco Nicolò Catania, il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci. Consegna delle targhe alla memoria ai familiari di soccorritori e proiezione del cortometraggio “15 gennaio 2018, il Belìce a mezzo secolo dal terremoto” di Domenico Occhipinti; lettura di alcuni frammenti del monologo “Nel ricordo della Valle del Belìce” di Alessandro Preziosi.

GIBELLINA (TP) – Porta di Consagra, ore 12:30 Cerimonia di ingresso nella Valle del Belìce e inaugurazione di una stele celebrativa; alle 13, al Teatro di Consagra, performance d’arte “Scribblitti – Storie di Persone e Pareti”.

SALAPARUTA e POGGIOREALE – ore 15:30 Sindaci e rappresentanti delle istituzioni deporranno una corona commemorativa nel monumento dedicato alle vittime del sisma del ’68.

SAMBUCA DI SICILIA – Teatro Comunale l’Idea, ore 20:30 Spettacolo teatrale con Enrico Lo Verso “Uno, nessuno, centomila” di Luigi Pirandello.

SANTA MARGHERITA DI BELÌCE – Museo della memoria, ore 16:00 Inaugurazione della stele celebrativa con i nomi delle vittime del terremoto. Alle 21:00, in via Cannitello, veglia per il completamento della ricostruzione “Una ferita ancora aperta”.

MONTEVAGO – Vecchio centro, ore 16:30 Messa di commemorazione delle vittime del sisma officiata dal cardinale di Agrigento Francesco Montenegro e dai vescovi di Monreale, Trapani, Mazara del Vallo e Piana degli Albanesi, Michele Pennisi,Pietro Maria Fragnelli, Domenico Mogavero e Giorgio Demetrio Gallaro. Seguirà una fiaccolata.

CAMPOREALE – Palazzo del Principe, ore 16:00 Inaugurazione della mostra su “Camporeale durante e prima del terremoto”. Alle 17 proiezioni di foto e video e incontro dibattito sui movimenti giovanili del ’68 a Camporeale e il terremoto del Belìce.

CALATAFIMI-SEGESTA – Chiesa Madre, ore 18:30 Messa per commemorare le vittime del sisma officiata dal vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli.

PALERMO – Lapide caduti Squadra mobile, ore 10:15 In occasione del trentesimo anniversario dell’uccisione dell’agente scelto della Polizia, Natale Mondo, il questore deporrà una corona di alloro. Nella Caserma Pietro Lungaro sarà proiettato un filmato in memoria di Mondo. Seguirà uno spettacolo di pupi siciliani.

PALERMO – Politeama Garibaldi, ore 11:00 Concerti del ViolasDuo dell’Orchestra sinfonica siciliana. Saranno eseguite musiche di Pleyel, Stamitz, Purcell. Seguirà visita guidata al Politeama.

CATANIA – Stadio Angelo Massimino, ore 15:00 Partita di calcio Catania-Club de Sion per la sesta edizione del memorial Angelo Massimino.

ENNA – Teatro Garibaldi, ore 18:00 In scena il musical “Il re leone”.

TRAPANI – Chiesa di Sant’Alberto, Via Garibaldi, ore 18:30 Nell’ambito della 65esima stagione concertistica degli Amici della musica, il pianista Adriano Bassi presenta il suo libro “Guida alle donne compositrici dal Rinascimento ai giorni nostri”, Odoya Edizioni. 7

CATANIA – Teatro Sangiorgi, ore 19:00 Il Teatro Massimo Bellini di Catania in coproduzione con Agimus-Nonsoloclassica organizzerà “Tanguedia”. Si esibiranno i ballerini di tango C. Forte, B. Carpino, F. Carpino, S. Fesneau & Chroma Ensemble. Direzione artistica di Giovanni Cultrera. Musiche di Gardel, Piazzolla, Galliano.

PALERMO – Fabbrica 102, via Monteleone 32, ore 21:30 “Sostiene Perriera”, omaggio al drammaturgo palermitano Michele Perriera, scomparso nel 2010. In scena la figlia Giuditta insieme al musicista Lelio Giannetto. La piece contempla una selezione di testi di Perriera.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    dimenticavo di dire che secondo la Bibbia, Dio prolungò la durata del giorno per permettere la vittoria di Giosuè, tale verità storica accadde per far sì che non fossero gli adoratori di Baal a sacrificare i cadaveri dei figli di Dio e le loro casa al falso dio pagano Rà-Akenaton, appunto al tramonto e coi loro canti; ma perché il sole di Dio oscurasse la divinità solare dei pagani, anticipando il trionfo di Giosuè e deigli altri Figli di Dio sui pervertiti adoratori di Satana.

    Penso che lapietà per i morti e lo schifo provato per i loro cadaveri sottrassero san Giosuè da l loro uso pervertito di sacrificare cadaveri umani ad entità spirituali e invisibili. Tempi, modi e fini non sono cambiati nè nel Belice nè ad Amatrice.

    Mi scuso della lungagggine. Se dovete tagliae, vichiedo cortesemente d moderare il primo commento, lasciando integro il presente. Cordialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.