"Arata, Letta, Siri e Berlusconi..." | L'informativa della Dia - Live Sicilia

“Arata, Letta, Siri e Berlusconi…” | L’informativa della Dia

L'imprenditore è indagato dalla Procura di Roma per corruzione.

Le intercettazioni
di
0 Commenti Condividi

ROMA – L’imprenditore Paolo Arata, indagato dalla Procura di Roma per corruzione, si “prodigò” nel maggio del 2018 su richiesta di Armando Siri “affinchè quest’ultimo ottenesse un incarico di Governo”. E’ quanto emerge da una informativa della Dia di Trapani depositata dai pm di Roma in vista dell’incidente probatorio del 25 luglio prossimo nell’ambito dell’indagine che vede indagato anche Siri per corruzione. “Dopo che Arata aveva ottenuto l’opposizione pubblica (tramite Armando Siri) della Lega rispetto all’emanando decreto sulle Rinnovabili (il cosiddetto decreto Calenda) – si legge nell’informativa – e proprio mentre stava tentando di fare inserire un testo di apertura verso gli impianti di biometano, nel Contratto di Governo, contestualmente si prodigava, su richiesta di Siri, affinché quest’ultimo ottenesse un incarico di Governo”.

Gli inquirenti scrivono che “una prima acquisizione in tal senso si otteneva il 17 maggio del 2018 grazie ad una conversazione tra Paolo Arata e il figlio Francesco, intercettata a bordo dell’auto. Nello specifico – prosegue l’informativa – Arata dice al figlio di avere ‘sponsorizzato’ tramite Gianni Letta, Siri a Silvio Berlusconi che lo aveva addirittura chiamato”. Nella intercettazione l’imprenditore afferma: “Pensa un po’ che Armando – dice al figlio – l’ho fatto chiamare io da Berlusconi…cazzo non c’era riuscito…devo dire che Letta è sempre un amico…sono andato lì…gliel’ho detto..dico chiama…chiama Armando…perché Armando…dice…sai se non mi sostiene Berlusconi”. L’informativa prosegue affermando che “a dire dell’Arata, Gianni Letta si sarebbe anche adoperato per ‘intervenire’ (non si sa in che termini) su Giancarlo Giorgetti in favore del figlio Federico Arata”. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.