Arrestato trafficante che distribuiva passaporti falsi - Live Sicilia

Arrestato trafficante che distribuiva passaporti falsi

I migranti s'imbarcavano su traghetti diretti a Catania.
IMMIGRAZIONE
di
0 Commenti Condividi

Catania. Facevano arrivare cittadini africani imbarcati su voli diretti in Italia dietro il pagamento di somme da 450 ai 700 euro e con documenti falsi. Da Malta decollavano alla volta degli aeroporti di Treviso, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Bari, Torino, Orio al Serio, Napoli, Perugia; oppure si imbarcavano a bordo di traghetti diretti a Catania. Almeno in 200, e forse anche di più, sono arrivati così in Italia con questo sistema architettato da tre trafficanti, uno dei quali però ora è stato arrestato in Francia.

A lui sono arrivate le Fiamme gialle di Treviso, con la collaborazione del secondo Reparto del Comando generale della Guardia di finanza e del Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia del ministero dell’Interno, in virtù di un mandato d’arresto europeo disposto dal Tribunale di Treviso. Si tratta di uno dei tre guineani coinvolti nell’operazione “Malta’s Passeur”, conclusa nell’ottobre 2021 dalla Gdf di Treviso che scoperchiò il sistema con cui, utilizzando documenti d’identità falsi, tanti migranti erano entrati in Italia partendo da Malta.

L’uomo, insieme ai due connazionali, era già stato destinatario, al termine delle indagini, di un obbligo di dimora nel Comune di residenza e di detenzione domiciliare e di sera e di notte. Solo che, appena ricevuta l’ordinanza disposta dal gip di Treviso, si era dileguato dal suo domicilio in provincia di Napoli, rifugiandosi in Francia, motivo per cui il Tribunale di Treviso, nel gennaio 2022, ha deciso la custodia in carcere. È stato così che i finanzieri trevigiani si sono messi sulle sue tracce scovandolo, dopo mesi di ricerche, a Orléans (Francia), dove aveva deciso di presentare domanda di protezione internazionale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *