Asili nido, i sindacati: |"Il bando va modificato" - Live Sicilia

Asili nido, i sindacati: |”Il bando va modificato”

"Non tutela i lavoratori delle coop". E' la denuncia di Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

la nota
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – “I termini del bando per l’affidamento dei servizi ausiliari degli asili nido del Comune di Catania vanno modificati alla luce di un serio approfondimento. Invitiamo il Comune ad approfittare della proroga di circa due settimane, concessa dallo stesso ente proprio stamattina per l’espletamento del bando, tenendo conto che questo, così com’è, non tutela i lavoratori delle coop sociali”.

È questo l’appello che Cgil, Cisl Uil, Ugl, insieme a Fp Cgil, Cisl FP, Uil FPL e Ugl enti locali, hanno lanciato in una nota firmata dai segretari delle rispettive sigle confederali e di categoria e cioè Giacomo Rota e Gaetano Agliozzo, Rosaria Rotolo e Armando Coco, Fortunato Parisi e Stefano Passarello, e Carmelo Mazzeo con Giuseppe Viglianesi. “Non è infatti accettabile che il costo del lavoro previsto sia addirittura inferiore ai minimi tabellari del contratto collettivo nazionale delle cooperative – si legge nella nota-. È un punto che i sindacati sottolineano con fermezza, auspicando che l’amministrazione rientri nei termini di legalità della proposta, nel proprio interesse in quanto ente pubblico che rappresenta la collettività, ma soprattutto nell’interesse degli operatori che tra mille difficoltà assicurano un servizio di primaria importanza a livello sociale ed economico. Il bando va dunque annullato e opportunamente modificato e in questo senso i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, Ugl e relative sigle della Funzione pubblica confidano nel buon senso degli amministratori”.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.