"Attentato alla libertà di Mattarella" | Tre indagati, 100 profili ai raggi X - Live Sicilia

“Attentato alla libertà di Mattarella” | Tre indagati, 100 profili ai raggi X

Sergio Mattarella

Adesso rischiano una condanna fino a quindici anni di carcere per le minacce su Facebook.

17 Commenti Condividi

PALERMO – L’inchiesta è passata a carico di noti in poche ore. Tre persone sono finite sotto accusa per attentato alla libertà e offesa all’onore e al prestigio del presidente della Repubblica. Un reato gravissimo punito con una reclusione da cinque a quindici anni di carcere, che prevede persino l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare. L’eventuale processo si svolgerebbe in Corte di assise.

Il procuratore aggiunto Marzia Sabella e il sostituto Calogero Ferrara hanno identificato e messo sotto accusa Manlio Cassarà, palermitano, che ha scritto su Facebook “hanno ucciso il fratello sbagliato”, riferendosi all’omicidio di Piersanti Mattarella, fratello del capo dello Stato, assassinato dalla mafia nel 1980; Michele Calabrese, autore di un post analogo, ed Eloisa Zanrosso che ha scritto: “ti hanno ammazzato il fratello, non ti basta?”. Prima di iscriverli nel registro degli indagati si è dovuto accertare che i profili social corrispondessero a persone reali.

Non è finita. Ci sono altre cento posizioni al vaglio degli investigatori. Tutta gente che ha scatenato la rabbia contro Sergio Mattarella, dopo che il presidente non ha dato il via libera al governo Salvini-Di Maio. Sono state avviate le procedure di identificazione. Tra i post sotto osservazione ci sono pure quelli di una professoressa palermitana che invitava Mattarella a cambiare idea altrimenti avrebbe fatto una brutta fine. Molti post sono stati cancellati in fretta e furia, quando però i poliziotti avevano già fatto gli screenshot delle frasi incriminate. Troppo tardi, dunque, per cancellare le prove.

Quella aperta dalla Procura diretta da Francesco Lo Voi rischia di diventare una maxi inchiesta. Un contenitore sterminato di offese e minacce rivolte alla più alta carica dello Stato. L’indirizzo è tolleranza zero per non derubricare quanto accaduto alla voce “banalità da tastiera”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    Piena solidarietà al PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA che ci ha salvato con la sua grande responsabilità di uomo dello stato non corrotto, da questi populismi a cinque stelle che ci porteranno alla totale rovina.

    Giusto, giustissimo.
    Si deve capire, al di lá della legittimità di criticare con argomenti seri e motivati, che dietro una tastiera non esiste la possibilità di sparare corbellerie a vanvera !
    Basta con tutti questi Napalm 51 da strapazzo!
    Sono la quintessenza del degrado in cui è precipitato questo Paese !

    Forza Procura! Massima durezza. Tolleranza zero contro chi offende il capo dello stato (non erano critiche politiche, ma attacchi personali). E anche contro i razzisti che infestano il web.

    Quella del procuratore Lo Voi è una iniziativa sia doverosa che generosa. Infatti è anche un modo per provare a spalmare un p’o’ di civiltà in una società abbrutita dalla falsa idea di potere dire qualunque cosa senza la misura del senso di responsabilità.

    Alimentare gli uni contro gli altri è un tragico errore. Purtroppo i social sono divenuti il veicolo (anche) dei sentimenti peggiori.

    PIENA SOLIDARIETA’ AL PRESIDENTE MATTARELLA, spero e mi auguro che la giustizia non faccia sconti a nessuno di queste vili e vigliacche persone.

    D’accordo con te, il razzismo e la mafia si possono battere solo in un modo, integrandoci totalmente con coloro che provengono, lo spero in numero sempre maggiore, dal continente Africano (in particolar modo Ghana, Nigeria e Senegal, culle di cultura millenaria da imitare). Solo così potremo migliorarci dal punto di vista civile e sociale.

    Mha!w la Repubblica delle banane : l’Italia!

    Bravissimi.Condivido pienamente. Solidarietà al nostro Presidente della Repubblica.

    finalmente era ora

    se ci fosse una giustizia equa e giusta non staremmo qua a discutere, se vi capita di leggere qualche quoditiano Svizzero, non vi capaciterete dei problemi che hanno gli svizzeri, es il sacchetto della spazzatura perchè lo vai a pagare qualcosa in piu’, oppure altro tipo di diabitre, mentre noi sembra che cuociamo nella lava di un vulcano in attività, sembra di leggere un libro di fantascienza e non so chi sono i marziani noi o loro

    Magari i maliani e i senegalesi potrebbero insegnare qualcosa a qualcuno di noi; magari potrebbero persino migliorare qualche arianissimo “Napalm 51” con la bava alla bocca e gli occhi spiritati. Non pensa – gentile “Giacomo”?

    Ci sono cose che non si possono scrivere. Persone civili non dovrebbero neanche pensarle. Ma se qualcuno le pensa e le scrive è giusto che qualcuno glie ne chieda conto. E’ giusto che se ne assuma la responsabilità. E’ giusto che ne paghi il prezzo.

    in un paese democratico,ognuno ha il diritto di pensarla come vuole,certo tra il “pensare e il fare” c’è un abisso,ed è anche assurdo andare a perseguire qualche deficiente che scrive cazzate senza pensarci.

    mi dispiace deluderti ma i populismi come dici tu HANNO VINTO AZI ABBIAMO VINTO SHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH

    FRANCIA,GERMANIA,SVIZZERA,AUSTRIA,SVIZZERA,UNGHERIA,RUSSIA,DANIMARCA,NORVEGIA,SVEZIA,ISLANDA,INGHILTERRA,SCOZIA,IRLANDA,OLANDA,BELGIO,RESPINGONO QUESTE PERSONE? CHIEDETEVI IL PERCHE’ INVECE DI BLATERARE .LORO RISPETTANO LE LOR NAZIONI DIFENDONO LE LORO TRADIZIONI.L’ITALIA? SIAMO ALLA FRUTTA.UNA VOLTA ERA ITALIA.SHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH CAPITO SILENZIO .IO VESTO MADE IN ITALY, E MANGIO MADE IN ITALY,COMPRO MADE IN ITALY.MIGLIORO LA VITA SOCIALE E CIVILE GIACOMINO

    FRANCIA,GERMANIA,SVIZZERA,AUSTRIA,SVIZZERA,UNGHERIA,RUSSIA,NORVEGIA,DANIMARCA,SVEZIA,ISLANDA,INGHILTERRA,SCOZIA,IRLANDA,OLANDA,
    BELGIO,RESPINGONO QUESTE PERSONE? CHIEDETEVI IL PERCHE’ INVECE DI BLATERARE .LORO RISPETTANO LE LORO NAZIONI DIFENDONO LE LORO TRADIZIONI.L’ITALIA? SIAMO ALLA FRUTTA.UNA VOLTA ERA ITALIA.SHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH CAPITO SILENZIO .IO VESTO MADE IN ITALY, E MANGIO MADE IN ITALY,COMPRO MADE IN ITALY.MIGLIORO LA VITA SOCIALE E CIVILE GIACOMINO.FOSSE STATO PER ME AVREI FATTO UN GOVERNO CON LEGA,FORZA NUOVA,CASAPOUND,FRATELLI D’ITALIA,M5S.E GLI ALTRI MESSI A TACERE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.