Cannizzaro, il sindacato: "Stop al bando incarichi infermieri" - Live Sicilia

Cannizzaro, il sindacato: “Stop al bando incarichi infermieri”

La nota del Nursind: "Assegnati senza consultazioni sindacali, presunti vizi nei criteri e nei punteggi assegnati"
SANITÀ
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – “Incarichi a infermieri sarebbero stati assegnati senza confronto sindacale e con presunti vizi nei criteri e nei punteggi assegnati”: è quanto sostiene in un comunicato il sindacato Nursind di Catania, che ha chiesto la revoca dell’avviso interno pubblicato il 3 novembre scorso dall’ospedale Cannizzaro per il conferimento di incarichi di funzione nell’ambito dei profili sanitari.

In una nota del sindacato si legge che “si tratta del vecchio ruolo di caposala assegnato come incarico di funzione tramite avviso, garantendo ai lavoratori una indennità a parte in base alle complessità dell’attività da svolgere”.

“Riteniamo che questo avviso – afferma il segretario territoriale e vicesegretario nazionale Nursind, Salvatore Vaccaro – sia viziato da alcuni passaggi previsti dalla contrattazione che non sono stati rispettati dall’azienda, e che pertanto ne impediscono la legittima prosecuzione. Non possiamo accettare che materie come quella in esame siano infarcite da inadempienze e violazioni rispetto alle normali e corrette relazioni sindacali quali il confronto e la contrattazione. Per questo, in regime di autotutela, ne abbiamo chiesto la immediata revoca”.

Vaccaro ricorda che “i nostri rappresentanti sono stati messi a conoscenza dei posti a concorso solo dopo aver emanato il bando, mentre non è stata definita la quota di finanziamento del fondo di pertinenza. Inoltre, rispetto sia ai criteri sia alla relativa graduazione degli incarichi, non vi è stato nessun confronto con la nostra organizzazione sindacale. Anche per quanto concerne la valutazione dei titoli e della prova selettiva abbiamo riscontrato una eccessiva discrezionalità e poca chiarezza sulle attribuzioni dei relativi punteggi”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *