Caradonna non risponde al Gip | I dubbi della difesa sul delitto - Live Sicilia

Caradonna non risponde al Gip | I dubbi della difesa sul delitto

Angela Stefani

Il legale del presunto assassino di Angela Stefani prepara la strategia difensiva

L'OMICIDIO DI SALEMI
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Vincenzo Caradonna si è avvalso della facoltà di non rispondere. Ha scelto di non parlare dopo essere finito in carcere con l’accusa di avere ucciso la compagna Angela Stefani, a Salemi.

Il suo legale, l’avvocato Melchiorre Palermo, lavora alla strategia difensiva che sarà compendiata nella richiesta di scarcerazione che presenterà nelle prossime ore al Tribunale del Riesame. Cercherà di controbattere al quadro gravemente indiziario. Pubblici ministeri di Marsala e carabinieri di Mazara del Vallo non hanno dubbi: Caradonna è l’autore dell’omicidio.

La tesi difensiva rilancerà con alcuni interrogativi. Non sono stati trovati né il cadavere della povera Angela, né il corpo contundente con cui Caradonna l’avrebbe ripetutamente colpita mentre era distesa sul letto di casa.

Come si può trasportare un cadavere fuori da un appartamento pieno di sangue senza lasciare tracce all’esterno?”, si chiede il legale. Di certo, però, le tracce ematiche all’interno dell’abitazione appartengono ad Angela. Ed ancora: “Con quale mezzo è stato trasportato il cadavere visto che Caradonna non possiede una macchina ma solo un motorino?”.

Le perizie del Ris hanno stabilito che la donna è stata colpito da un un mancino. Caradonna, annotano gli investigatori, per firmare una notifica giudiziaria nei giorni seguenti alla scomparsa di Angela usò proprio la mano sinistra. Il legale proverà a smontare la certezza che l’uomo sia mancino. Così come tenterà di ribattere alle testimonianze che parlano di Caradonna come un uomo violento. Altro interrogativo del legale: “Come sono state raccolte queste testimonianze?”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.