Caro energia, Patrizia Di Dio: “Stop alla speculazione” - Live Sicilia

Caro energia, Patrizia Di Dio: “Stop alla speculazione”

“La crisi delle bollette non è spiegabile solo con i rincari del prezzo del gas russo”. Così la presidente dell'associazione di categoria
LA VIDEO INTERVISTA
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – “Prima la pandemia, poi la crisi energetica. Imprese e famiglie sono al tappeto ma non basta intervenire con dei sostegni contro il carovita”. Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo e vicepresidente nazionale, analizza i provvedimenti del governo nazionale e gli interventi di quello regionale. E chiede, pur sospendendo il giudizio complessivo, uno sforzo maggiore.

“Bene cercare di alleviare il peso dei maggiori costi ma gli indicatori ci segnalano un impoverimento complessivo del 24% pro capite”. Per Di Dio occorrono misure di sostegno al reddito come l’Rdc: “Auspichiamo rimanga per le categorie veramente fragili”. E rilancia il tema della equità della contribuzione fiscale dei grandi gruppi, a partire dalla web-tax: “Le multinazionali che ricavano da consumi italiani devono contribuire al fisco italiano”.

Sul piano locale la parola d’ordine è presto: “Serve immediatezza nelle risposte. I tempi delle imprese e della politica, purtroppo, non coincidono”. Al comune di Palermo la leader di Confcommercio chiede “un riassetto del management che rimetta in moto una macchina inceppata”. Tema più che mai attuale in vista dell’arrivo dei fondi del PNRR: “Accanto ai gap strutturali e al divario Nord-Sud i fondi saranno una vera opportunità, che oltre a colmare in prospettiva questa distanza, dimostreranno che abbiamo migliorato la capacità di spesa. In alcun modo i fondi del PNRR potranno essere assorbiti per il sostegno alle imprese, alle prese con il caro energia. È la speculazione energetica che va colpita e i fondi del PNRR servono a un vero rilancio del Paese”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Cara DI DIO i tuoi commercianti hanno risolto il problema del caro energia aumentando tutti i prodotti da 10 a 20 a 30 centesimi ( vedi supermercati), hanno risolto completamente il problema adesso quelli che devono essere aiutati sono i dipendenti a stipendio fisso che con questi aumenti non arrivano piu’ a fine mese. Non aiutate i commercianti sarebbe per loro un ulteriore guadagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *