Catania-Akragas, derby inedito | E quel 21 aprile 2013 distante - Live Sicilia

Catania-Akragas, derby inedito | E quel 21 aprile 2013 distante

Al "Massimino" lo scontro tra due squadre che sino a due anni e mezzo fa calcavano palcoscenici piuttosto diversi. Tra ex e date simbolo, basta un attimo per tornare indietro nel tempo. Gara affidata a Mainardi di Bergamo.

lega pro
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Amarezza contro entusiasmo, voglia di riscattarsi contro sogni proibiti. Catania contro Akragas. Nel pomeriggio il “Massimino” sarà teatro di un derby difficilmente ipotizzabile sino a due anni e mezzo fa, quando i rossoazzurri non riuscivano a centrare per una manciata di punti l’Europa League, mentre il Gigante si confrontava coi campi in terra battuta dell’Eccellenza regionale. Sembra passato un secolo da quel 21 aprile 2013: non un data casuale, bensì il giorno in cui gli etnei disputavano l’ultimo derby in A contro il Palermo, mentre i biancazzurri salutavano il secondo torneo dilettantistico battendo la Leonfortese.

Tra i protagonisti di un Catania capace di battere in quella stagione persino Fiorentina e Roma vi erano anche Nicola Legrottaglie, Ciro Capuano e Sergio Almiron, adesso rispettivamente tecnico, capitano e faro del centrocampo dell’Akragas. In due anni e mezzo è davvero cambiato tutto. E adesso il primo incrocio tra siciliane di un campionato che annovera tra le sue protagoniste anche un Messina lanciatissimo, nonché spettatore interessato in vista del secondo scontro tra isolane in programma la prossima settimana al “San Filippo” contro la formazione di Pancaro, mette di fronte due squadre con obiettivi diametralmente opposti.

Dopo l’ennesima penalizzazione che ha privato i rossoazzurri di ulteriori due punti, il Catania dovrà cercare la vittoria per allontanarsi dal fondo della classifica e scacciare i fantasmi della sconfitta in extremis rimediata a Castellamare di Stabia. I biancazzurri, dal canto loro, andranno a caccia di un risultato positivo per rimanere in zona play off e alimentare il sogno di cui nella città dei Templi si fa addirittura fatica a parlare. Calcio d’inizio previsto per le 15, al “Massimino” arbitrerà Marco Mainardi della sezione di Bergamo. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    È il palcoscenico ideale per le due squadre che sono allo stesso livello.

    Placoscenici diversi fino a poco tempo fa? Dove sta la differenza? Credo che l’Akragas non imbrogliava e giocava i suoi campionati con onore; il Catania invece era lì da impostore e da chissà quanto tempo (chissà quali treni manovrava già Ninuzzu, orgoglio locale etneo).

    3 anni di vergogne.

    Catanese cucù, rossore in viso non ne hai più, stai meglio col tutù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.