Catania, elezioni sindaco: Lanfranco Zappalà è candidato - Live Sicilia

Catania, c’è il primo candidato sindaco: è Lanfranco Zappalà

Il vicepresidente del consiglio comunale ufficializza la propria candidatura: "Coinvolgere i cittadini già un anno prima delle elezioni"
VERSO LE AMMINISTRATIVE
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – L’orizzonte è il 2023, anno in cui ci saranno le elezioni comunali a Catania, e l’idea è iniziare fin da ora a raccogliere idee e persone intorno a un progetto, quella che una volta si chiamava costruzione del consenso ed era un nodo centrale della politica. Lanfranco Zappalà, attuale vicepresidente del consiglio comunale di Catania e consigliere nel gruppo misto, ha ufficializzato questa mattina la propria candidatura a sindaco della città, presentando un progetto che ha voluto chiamare Catania 2023.

“Coinvolgere i cittadini”

Zappalà è il primo a presentarsi ufficialmente ai catanesi come aspirante alla carica di primo cittadino: “In questo momento tutti parlano di elezioni regionali e di nazionali – dice Zappalà – ma nessuno pensa alla città di Catania. Di solito alle comunali si pensa a un programma e si trova un candidato giusto un paio di mesi prima, io invece voglio pensarci già un anno prima e voglio coinvolgere i cittadini in una campagna d’ascolto che darà sostanza al nostro progetto”.

Ma in cosa consisterà questa campagna? “Vogliamo arrivare a un programma solo dopo aver parlato con la cittadinanza e averla coinvolta in una discussione – dice Zappalà – voglio girare i quartieri e mettere a fuoco i problemi reali delle persone, aprendoci a tutti. Stileremo il nostro programma in questo modo, lavorandoci un anno prima delle elezioni, e se a quel punto i partiti vorranno unirsi ben vengano”.

I problemi di oggi

La campagna di Zappalà inizia in un’estate calda sia dal punto di vista letterale che da quello politico e amministrativo: “Questa amministrazione – dice ancora Zappalà – è stata un fallimento sul piano politico, e al di là del tema delle dimissioni del sindaco è necessario guardare al futuro. In questo momento il problema numero uno è senza dubbio quello della pulizia, ci vuole un piano straordinario per rimuovere i rifiuti dalla città e soprattutto dobbiamo dire addio alle discariche, entrando nell’ottica che i termovalorizzatori sono la strada. Non si fanno rapidamente, ma dobbiamo iniziare a progettare”.

L’altro tema citato da Zappalà è quello della sicurezza: “Catania – dice – ha un problema di abusivismo, di traffico, di piano regolatore che non è mai stato portato avanti. Di tutto questo vogliamo discutere fin da subito, coinvolgendo uno spettro più ampio possibile di persone”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Notizia lanfrancante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.