Catania, sequestro della Guardia di Finanza di 5 milioni - Live Sicilia

Frodi nelle accise, sequestro da 5 milioni di euro

Nel mirino imprenditore della provincia di Catania
CATANIA
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Beni per complessivi 5 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di finanza di Catania all’imprenditore Alessio Primo Tirendi, originario di Milano e residente nella provincia etnea, più volte indagato per violazioni tributarie e commissione di frodi nel settore delle accise. Al centro del provvedimento, richiesto dalla Procura, indagini di unità specializzate del Gico del Nucleo Pef delle Fiamme gialle. La confisca riguarda tre imprese, due attiva nel settore del trasporto merci su strada, e una nel commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi, contanti per circa 500 mila euro e disponibilità finanziarie su conti correnti e deposito titoli, per un valore stimato, al momento, di 5 milioni di euro.

Al riguardo, le indagini, svolte dalle unità specializzate del Gico del Nucleo PEF di Catania, hanno consentito di appurare che Tirendi, pur a fronte di un esiguo profilo reddituale, siano riconducibili, direttamente o per interposta persona: una impresa individuale, con sede a Gravina di Catania, attiva nel settore del trasporto merci su strada, con il connesso patrimonio aziendale; la TIROIL s.r.l., con sede a Catania, esercente il commercio all’ingrosso e al dettaglio di carburanti, nonché del trasporto di merci su strada; la TIR.OIL. s.r.l., con sede a Catania, attiva nel commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi, con il connesso patrimonio aziendale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.