Catania, già rimosse 60 tra auto e moto abbandonate - Live Sicilia

Catania, già rimosse 60 tra auto e moto abbandonate

Avviata campagna, intervento riguarderà circa 3.000 veicoli
STRADE CITTADINE
di
0 Commenti Condividi

Catania – E’ stato avviato a Catania il servizio di rimozione delle automobili e delle motociclette lasciate i dai proprietari, in evidente stato di abbandono, su sede stradale pubblica. In dieci giorni, con il coordinamento della polizia locale al comando di Stefano Sorbino, sono gia’ una sessantina i mezzi rimossi, dando seguito alle numerose segnalazioni dei cittadini. La convenzione con l’azienda che rimuove i mezzi e li smaltisce, dura tre anni e in tale periodo si prevede di rimuovere circa 3.000 veicoli a due e quattro ruote, abbandonati e disseminati per la citta’.

Gli autoveicoli e le moto tolti dalla pubblica via saranno custoditi per 60 giorni nell’area di stoccaggio della ditta incaricata del prelievo, a disposizione del proprietario e senza l’addebito di alcuna spesa. Dopo saranno alienati e condotti nelle riserve specializzate per la demolizione, con conseguente cancellazione dal Pubblico registro automobilistico.

Nel sito internet istituzionale del Comune, alla voce “Avvisi”, e’ disponibile uno spazio in continuo aggiornamento con l’indicazione del veicolo e la targa del mezzo rimosso. Chi tra i proprietari che riscontrassero il proprio veicolo tra quelli e volessero rientrare in possesso, entro i sessanta giorni dalla rimozione, potranno farlo producendo carta di circolazione e polizza assicurativa del mezzo al Comando Corpo di Polizia Municipale, previo contatto telefonico al seguente numero: 095 7424108 (ogni mercoledi’ dalle ore 10:00 alle ore 13:00). 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *