Catania, incontro Comune - sindacati: aumentano ore per Puc stabilizzati - Live Sicilia

Catania, incontro Comune – sindacati: aumentano ore per Puc stabilizzati

Il colloquio tra il commissario e le sigle sindacali della Funzione Pubblica: "Tavoli operativi e di confronto per i problemi dell'ente"
PALAZZO DEGLI ELEFANTI
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Passeranno all’orario di lavoro completo, da 24 a 36 ore, i 170 lavoratori ex Puc del Comune di Catania. È quanto emerge dopo un incontro a Palazzo degli Elefanti tra i sindacati della funzione pubblica FP Cgil, Cisl FP, Uil Pa e Csa e il Commissario al Comune Federico Portoghese.

L’incontro, si apprende in un comunicato delle sigle sindacali, ha visto al centro delle discussioni le diverse criticità dell’ente, soprattutto per i temi che riguardano il personale del Comune di Catania e le sue condizioni di lavoro, e ha posto le basi per incontri futuri in cui gli stessi problemi saranno affrontati in un’ottica di collaborazione: Comune e organizzazioni sindacali hanno infatti concordato di redigere un cronoprogramma per dedicare a ogni tema un tavolo operativo e di confronto.

“Abbiamo chiesto al commissario Portoghese un incontro, a cui erano presenti anche il vice commissario Bernardo Campo, il capo di gabinetto Giuseppe Ferraro e il direttore delle risorse umane Pietro Belfiore – scrivono in una dichiarazione congiunta la segretaria generale FP Cgil Concetta La Rosa, il segretario generale Cisl FP Danilo Sottile, il segretario generale Uil FPL Mario Conti e il vicario coordinatore provinciale CSA Filippo Cariotti – per continuare nel solco delle buone relazioni tra Comune di Catania e sindacati. La delicata fase storica attraversata in questo momento dalla città di Catania rende necessaria la collaborazione tra enti pubblici e associazioni sindacali per il bene dei lavoratori e di tutta la città, la cui vita civile si svolge anche grazie all’opera quotidiana di chi lavora all’interno dell’amministrazione”.

Le progressioni

“Tra i temi principali che abbiamo voluto sottoporre al Commissario Portoghese – proseguono i segretari – ci sono le progressioni orizzontali e verticali e l’aumento delle ore per il personale part time. Già adesso esistono i casi di dipendenti che svolgono mansioni superiori e che dunque attendono il giusto riconoscimento. Il nuovo Contratto nazionale del lavoro darà nuove possibilità in questo senso, e abbiamo trovato nel Commissario Portoghese la disponibilità a discutere di questi temi, con l’invito a programmare nuovi incontri con le organizzazioni sindacali per entrare maggiormente nel dettaglio del tema delle progressioni”.

L’aumento di ore per i lavoratori part time e i dirigenti

“Riguardo al tema dei lavoratori part time – continuano i segretari della Funzione pubblica – nel corso dell’incontro abbiamo sottolineato come un aumento delle ore lavorate corrisponderebbe a una maggiore efficienza dei servizi erogati ai cittadini e una maggiore agilità della macchina amministrativa. In questo senso, il Commissario Federico Portoghese ha confermato che entro la fine dell’anno verrà portato da 24 a 36 ore l’impegno del personale part time ex Puc. Si tratta di 170 persone già entrate stabilmente nei quadri comunali, e che finalmente avranno un orario di servizio completo”.

Una conferma arriva anche sul fronte dei dirigenti degli uffici comunali, i cui contratti sono in scadenza proprio alla fine del 2022: “Il pericolo è il possibile rallentamento dell’ordinaria amministrazione, ma anche che si fermi l’iter per i diversi progetti in corso di definizione che coinvolgono i fondi europei. Il problema è stato sottoposto al Commissario, che ci ha confermato che i dirigenti saranno rinnovati per altri due anni: un ottimo segnale per la città, a cui viene offerta la continuità nella macchina amministrativa”.

Le nuove assunzioni

Una parte importante della riunione è stata dedicata alle nuove assunzioni di cui il Comune di Catania ha urgente bisogno: “Non si può sottovalutare il tema del fabbisogno di personale del Comune – scrivono i segretari – da tempo carente, con il bisogno di una revisione del piano del fabbisogno triennale. Gli organici sottodimensionati a causa degli scarsi fondi e del blocco dei turnover sono causa di eccessivi carichi di lavoro per i dipendenti in forza all’Amministrazione, e questa mole di compiti grava direttamente sull’efficienza dell’Ente, con croniche lentezze nel portare avanti i propri compiti istituzionali. Va risolto il paradosso costituito da enti locali sempre più in affanno a cui corrispondono carichi di lavoro sempre maggiore, a cui organici sempre più ridotti devono fare fronte sempre più velocemente, dato che il risultato non può che essere un generale impoverimento della vita cittadina e il rischio di perdere importanti occasioni, come quelle costituite dai fondi europei”.

Asili nido e informatizzazione

“È molto importante – prosegue la nota dei sindacati – focalizzarsi su strutture comunali in cui i lavoratori possono trovare un sostegno attivo alla propria vita quotidiana. Pensiamo in particolare agl asili nido, le cui problematiche generali sono state affrontate nel corso della riunione. Al tempo stesso, vogliamo sottolineare come un miglioramento delle condizioni lavorative in tutta la città non passi solo per un aumento dei lavoratori e una loro maggiore stabilizzazione, ma anche per l’acquisto e il rinnovo degli strumenti con cui ogni giorno svolgono la loro funzione. In questo senso, abbiamo sottolineato l’esigenza di rinnovare e rammodernare il parco informatico a disposizione degli uffici comunali”.

“Su tutti i temi affrontati nella discussione La Rosa, Sottile, Conti e Cariotti si ritengono soddisfatti dalla disponibilità dimostrata dal Commissario Federico Portoghese, ribadendo come il confronto con le organizzazioni sindacali sia necessario per portare avanti le esigenze della città, date le condizioni critiche in cui versa, e le aspettative dei lavoratori che tutti i giorni con la loro opera garantiscono l’erogazione dei servizi essenziali”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *