La morte sul lavoro di Nicolò Caruso: sei persone indagate

La morte sul lavoro di Nicolò Caruso: sei persone indagate

Domani l'autopsia sulla salma dell'operaio sessantenne.
ACCUSA DI OMICIDIO COLPOSO
di
0 Commenti Condividi

CALTAGIRONE. Il pm Natalia Carrozzo, ha disposto per domani (giovedì 18 agosto) l’autopsia alla salma del sessantenne operaio specializzato di Militello Val di Catania, Nicolò Caruso, deceduto dopo essere rimasto vittima di una scarica elettrica nel corso di lavori di manutenzione e riparazione su un traliccio a Caltagirone
Il fatto è accaduto lo scorso 11 agosto.
Sull’accaduto la Procura di Caltagirone aveva aperto un apposito fascicolo e la famiglia si era rivolta ai propri legali per far luce sull’accaduto.

Sul registro degli indagati figurano sei persone tra cui i vertici di E-Distibuzione: per tutti l’accusa formulata è quella di “omicidio colposo”.

Nicolò Caruso era un dipendente della Sirti che ha trovato la mentre era su un traliccio a svolgere il proprio lavoro. Mestiere che svolgeva da oltre trent’anni.
Domani, come detto, l’esame autoptico che verrà effettuato dal medico legale Giuseppe Ragazzi. Dopodiché la salma verrà restituita ai familiari.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.