Catania, straniero ubriaco si spoglia e si lancia nella fontana: Live Sicilia

Piazza Duomo: ubriaco si lancia nudo nella fontana, bloccato dai poliziotti

Ha anche sferrato due pugni a un artista di strada. Gli agenti lo hanno immobilizzato con il taser.
1 Commenti Condividi

CATANIA – Prima avrebbe tentato di buttarsi nudo nella fontana dell’Elefante, in piazza Duomo a Catania, e poi avrebbe aggredito i poliziotti arrivati per fermarli, urinando loro addosso. È successo questa sera, intorno alle 21, nel centro del capoluogo etneo. L’uomo, che gli agenti intervenuti dicono essere di origini egiziane, è stato atterrato con un taser e poi portato in ambulanza in ospedale, dove probabilmente sarà valutato un trattamento sanitario obbligatorio.

Secondo le ricostruzioni delle forze dell’ordine, l’uomo si sarebbe avvicinato alla fontana arrivando da via Etnea, già barcollando. Lì è inciampato finendo sul banchetto di un artista di strada che disegna con le bombolette spray accanto a Palazzo degli elefanti. “A quel punto si è alzato in piedi, mi ha preso per la maglietta e mi ha dato due pugni”, spiega il giovane a LiveSicilia.

Dopo l’aggressione, l’uomo avrebbe iniziato a lanciare le sue cose in strada. Prima i documenti, poi gli abiti e infine le scarpe, arrivando completamente nudo al liotro. Lì il bagno e un tentativo di masturbazione in pubblico, interrotto dagli agenti di polizia arrivati nel frattempo. Questi ultimi lo definiscono “aggressivo e non collaborativo”, al punto di essersi difesi con la scarica elettrica del taser.

Il cittadino è stato bloccato a terra, ancora nudo, e successivamente gli è stata messa addosso una coperta termica. Gli operatori dell’ambulanza arrivata in piazza Duomo lo hanno caricato in barella quando ancora era stordito e lo hanno portato in uno degli ospedali catanesi.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
1 Commenti Condividi

Commenti

    Un altro disperato che fugge dalla guerra. Ringraziamo le ong

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.