Ci vuole coraggio - Live Sicilia

Ci vuole coraggio

Caro sindaco, sarebbe troppo facile ricordarti che Palermo oggi è sporca, abbandonata, sciatta, maleodorante, affamata, senza lavoro, senza sviluppo, senza risorse e senza speranze.

LE IDEE
di
8 Commenti Condividi

Caro sindaco, sarebbe troppo facile ricordarti che Palermo oggi è sporca, abbandonata, sciatta, maleodorante, affamata, senza lavoro, senza sviluppo, senza risorse e senza speranze. E per te sarebbe troppo facile rispondere guardando indietro. Facile tutto questo, e probabilmente inutile. Perché invece non ci guardiamo in faccia, perché non proviamo a parlare senza sconti, né complimenti.

Palermo non ha più tempo. E’ a un soffio dal baratro e non lo sa. Si è assopita sull’orlo di un precipizio e richia di cadere giù. Sveglia la tua città. Che aspetta solo di essere recuperata. Porta un caffè ai palermitani, scuotili con le parole – anche quelle servono – ma soprattutto con i fatti. Abbi il coraggio di fare scelte difficili, e sii persuasivo quando cercherai di farle capire e accettare ai palermitani. E abbia fiducia nell’impresa privata, perché è da qui che passa la rinascita della nostra città. Credi negli imprenditori, nelle nostre energie e nelle nostre risorse.

Questa città non aspetta straordinari miracoli. Palermo oggi cerca solo normalità, dev’essere questo il tuo miracolo.

*presidente di Confindustria Palermo


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    caro sindaco, potresti rendere piu’ pulita la citta’ senza spendere 1 euro emettendo una semplice ordinanza. Considerato che le auto sono proprieta’ privata, vietare l’affissione di qualsiasi tipo di volantinaggio, pena ammenda cosi’ alta da costringere la chiusura del dante causa. E’ un’idea cosi’ assurda? Qualche comune al nord lo fa!

    Caro Albanese, mi sembra che fare critica sia abbastanza facile, tu che fai parte delle imprese siciliane perchè non affronti le vere difficolta delle imprese.
    esempio, la mia impresa è iscritta dal 2000 all’interconfidi di Palermo, interconfidi che ti aiuta sul credito, ma non capisco come mai l’illustrissimo assessore Armao pagando finalmente la quota interessi dell’anno 2008, paga solamente il 26%, quando ci spetta il 60%, penso che questo sia un motivo serio per attaccare l’assessore che come sempre leva alle imprese, dimenticavo ma c’è la promessa del credito di imposta ma chi è quel pazzo che ha intenzione di investire

    La soluzione c’è, cavolo ma com’è che non ci abbiamo pensato prima!!! Una bella festa con tanto di manciata e bivuta per la riapertura di Palazzo Riso con inviti v.i.p. come scritto su un articolo della republica di Palermo:

    http://palermo.repubblica.it/cronaca/2012/05/18/foto/festa_di_vip_a_palazzetto_agnello_per_la_riapertura_del_museo_riso-35419895/1/

    Ma come cavolo si può concepire una serata del genere con gente che si spara e si impicca per la crisi, e come si può scrivere un articolo del genere. Follia!! e poi si parla di rilancio……ma và………..!!!

    cara la ienadipalermo,
    ma cosa c’entra quella festa con quell’articolo? non capisco l’associazione dei 2 eventi.
    Chi è che si spara e s’impicca pr la crisi qui in Sicilia?
    Anch’io sono un imprenditore che affronta come gli altri una crisi senza precedenti che comunque prescinde da Palermo ed i suoi problemi.
    Non mi impicco e non mi sparo, tengo duro ed invece di fare il disfattista criticatutto cerco soluzioni.
    Palermo ha mille problemi ma sono tutti affrontabili e risolvibili con una gestione onesta che ne riesca a stabilire le priorità, ogni invito al nuovo sindaco ben venga.

    Caro Alessandro, CI VUOLE CORAGGIO MA VERAMENTE TANTO CORAGGIO, a chiedere il miracolo al nuovo sindaco che sarà eletto quando tu sostenevi chi ha perso il ballottaggio e stavi al fianco della vecchia amministrazione. Cosa hai fatto tu per Palermo da Presidente del Consorzio ASI e da Presidente di Confindustria Palermo?
    Te lo sei mai chiesto ? in questi ultimi dieci anni gli imprenditori siamo scappati da Palermo siamo andati a lavorare all’estero, tu sei rimasto perchè in virtu’ delle tue cariche sei stato protetto dalle razzie e dalle pazzie di Sindaco e Presidente di Regione.
    a questa città per tornare normale serve un miracolo!! e i miracoli non li fanno gli uomini ricordalo……..

    @enrico
    Se nell’articolo si scrive che Palermo è affamata e in questi tempi di crisi dove si dovrebbe quantomeno stringere la cinghia tutti, la festa con catering che sarà costato chissà quanto e sopratutto di vip mi sembra leggermente un pò troppino…no? Ma poi cosa c’è da festeggiare, una cosa normale che dovrebbe essere normale in qualsiasi città del mondo? Un museo aperto? non capisco, spiegami tu che sei imprenditore, sicuramente sarai più illuminato di me! Soldi buttati come sempre al vento, per nulla.

    Caro Sindaco,
    riuscirai a liberarci anche dagli affaristi lobbisti che attanagliano e strangolano la libertà d’impresa e la competitività e dai mestieranti dell’associaziosmo ?

    Speriamo che tu ci riesca!!!!!

    egregio signor albanese certo ci vuole davvero coraggio a vedere la zona industriale di carini sporca deserta e senza industrie,ci vuole coraggio a vedere la zona industriale di termini imerese,avete fatto scappare la fiat e andare ad aprire all’estero togliendo posti di lavoro in sicilia,mi dispiace dottolinearlo Lei predica bene e razzola molto male signor albanese,sono un ex operaio di termini imerese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.