Borgo Nuovo, controlli anti Covid | Maxi multe e sequestri al mercato - Live Sicilia

Borgo Nuovo, controlli anti Covid | Maxi multe e sequestri al mercato

Un ambulante si è dato alla fuga, sanzioni anche per violazioni al Codice della strada

PALERMO - FASE 2
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – Controlli a tutto spiano dal centro storico alla periferia della città sul fronte delle misure per il contenimento del Covid-19. Ad entrare in azione, stamattina, la polizia municipale che ha passato al setaccio il mercato rionale di Borgo Nuovo.

Nel corso dell’attività gli agenti hanno fatto scattare la maxi multa di 309 euro ciascuno per cinque venditori ambulanti, in seguito alla mancata esibizione della regolare autorizzazione alla vendita. Una sesta persona è invece fuggita lasciando in strada alcune cassette di frutta e verdura che sono state poi sequestrate.

Inoltre, fuori dal mercato sono state elevate sanzioni per violazioni al codice della strada: due persone sono state multate per il mancato utilizzo del casco protettivo a bordo del motociclo, un’altra è stata multata come passeggero senza casco. Ma non finisce qui, perché altre sette sanzioni sono state emesse per soste irregolari, due per mancanza di assicurazione e due per circolazione contromano.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    controlli, controlli, controlli, nei mercati rionali succede di tutto, gente senza autorizzazione che allestisce le bancarelle di vendita dalla frutta al pesce, ai detersivi e altro per le pulizie di casa etc.., anche i regolari non rilasciano nessun scontrino fiscale e se lo fai notare ti lanciano occhiate di fuoco ….., inoltre non capisco come mai non devono usare i sacchi per depositare la roba di scarto invece di ammassarla in terra, non vi era una ordinanza sindacale di adoperare i sacchi per la raccolta, come mai non si multa chi sporca.

    questi sono controlli anti inciviltà che dovrebbero esserci sempre. Pretendiamo il rispetto dei diritti..senza conoscere i doveri essenziali. Questi sono i palermitani.

    Il numero di irregolarità dimostra come certe aree siano normalmente terra di nessuno. O meglio terra di certa gente.

    Quando si fanno i controlli questi sono i risultati!
    La politica ha tutte le colpe. Non basta sbandierare legalità, serve farla dotando Palermo della migliore Polizia Municipale d’Italia con uomini,attrezzature e tecnologia.

    …e nella piazza di cruillas dove esiste il panellaro e peggio ancora la rivendita di pesce all’aperto? Qui i controlli quando? Si aspetta qualche intossicazione da tonno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.