Covid, caos al 'Cervello': il pronto soccorso è pieno

Covid, caos al ‘Cervello’: il pronto soccorso è pieno

La situazione in ospedale. Cosa sta succedendo.
1 Commenti Condividi

Ambulanze in attesa che non riescono a sbarellare i malati. L’ingresso prioritario ai codici rossi, ma niente arrivi dagli altri ospedali. Il pronto soccorso dell’ospedale ‘Cervello’ è nel caos. Dopo il rialzo dei positivi, anche i ricoverati cominciano ad assumere percentuali consistenti e a riempire i reparti d’emergenza, come quello del ‘Cervello’ che è dedicato, esclusivamente, al coronavirus. Sembra che la situazione si stia lentamente normalizzando. Mentre scriviamo, alle nove e venti di sera, ci sono trentuno pazienti con un indice di sovraffollamento del 155 per cento. Una situazione che raccontiamo da giorni e che sembra essere esplosa.

Oggi, in una intervista a LiveSicilia.it, il commissario per l’emergenza, il dottore Renato Costa, ha lanciato l’allarme: “Un tampone su due, al nostro drive in, è positivo. I contagiati sono tantissimi e meno male che, con grande sforzo, riusciamo a garantire le terapie domiciliari. Altrimenti gli ospedali scoppierebbero”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    L’assessorato regionale alla salute cosa pensa di fare per affrontare anche in chiave futura la situazione?……..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.