Da Palagonia all'Etna, il tributo al vulcanologo Gaetano Ponte - Live Sicilia

Da Palagonia all’Etna, il tributo al vulcanologo Gaetano Ponte

Una settimana di studi dedicata al fotografo, vulcanologo e appassionato dell'Etna Gaetano Ponte.
L'EVENTO
di
0 Commenti Condividi

PALAGONIA – Da Palagonia all’Etna, andata e ritorno. Si è chiusa la settimana dedicata a Gaetano Ponte, vulcanologo ed esperto fotografo. Nell’aula magna dell’Istituto comprensivo Statale a indirizzo musicale “Gaetano Ponte” di Palagonia si è chiuso il convegno “Gaetano Ponte, da Palagonia all’Etna… andata e ritorno”. La dirigente scolastica Grazia Poma, il sindaco Salvo Astuti e Carmelo Nicoloso, coordinatore Mezzogiorno d’Italia Comitato Parchi, hanno sottolineato e illustrato l’alto valore scientifico del ruolo di Gaetano Ponte (1876-1955) nello sviluppo della vulcanologia catanese.

Stefano Branca, direttore Osservatorio Etneo-INGV di Catania ha ripercorso le tappe dell’opera del vulcanologo: “La poliedricità dello scienziato, Ponte, e i suoi contributi allo sviluppo degli studi del Vulcano Etna che ha documentato, fotograficamente, hanno lasciato una cospicua quantità di immagini, di ritratti , di paesaggi che testimoniano l’assoluta padronanza delle tecniche della fotografia e della stampa”. Rosolino Cirrincione, responsabile Sezione di Scienze della Terra al Dipartimento di Scienze Biologiche Geologiche e Ambientali dell’Università di Catania, ha citato Gaetano Ponte come tra i primi promotori della valorizzazione dell’Etna come meta di studio e turismo: “La valorizzazione del territorio come strumento per lo sviluppo turistico che si coniuga alla scoperta della palagonite”.

La “palagonite” è una roccia studiata dai vulcanologi di tutto il mondo. Cirrincione evidenzia come la Sicilia, con il suo enorme patrimonio paesaggistico, naturalistico, geologico e archeologico può diventare un polo di attrazione oltre che per il turismo anche per specialisti e studiosi. “Auspico che il territorio palagonese, estrema propaggine dell’altopiano Ibleo, possa essere inserito tra i territori rientranti nel nascente Parco degli iblei”.

Viviana Sangiorgi è una studentessa magistrale in Scienze Geologiche e ha illustrato “Il magmatismo sconosciuto dei monti Iblei attraverso gli occhi di una studentessa di Geologia”. Diverse le domande poste degli studenti dell’I.C. Ponte, dell’I.C. Blandini e Dell’I.I.S. Palagonia-Ramacca. Una mostra fotografica con alcune delle foto di Gaetano Ponte è allestita nei locali dell’Istituto Comprensivo “G. Ponte”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.