"Dispiaciuto per Perinetti| Record a portata di mano" - Live Sicilia

“Dispiaciuto per Perinetti| Record a portata di mano”

Il capitano rosanero Edgar Barreto

Il centrocampista paraguaiano ha parlato dell'addio di Giorgio Perinetti ma anche del suo rinnovo contrattuale: "Qui a Palermo sto bene, presto discuterò con la società. Vorrei chiudere la carriera con questa maglia".

parla il capitano barreto
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Concretezza e attaccamento a quella maglia numero 8 che ormai per il popolo rosanero rappresenta quella del leader, questo è Edgar Barreto. Il capitano dellla ciurma di Iachini, che si è laureata campione in serie B con cinque turni d’anticipo, parla nella sala stampa del ‘Barbera’ e prova a tirare un bilancio di queste sue prime tre stagioni alle falde del Monte Pellegrino. Il paraguaino parte dall’obiettivo più imminente, la possibilità di battere il record di punti venerdì contro il Crotone: “Il nostro desiderio è quello di chiudere in bellezza davanti i nostri tifosi, il record penso proprio sia alla nostra portata”.

Poi l’attenzione si sposta ovviamente sulla notizia che ha scosso il popolo rosanero, l’addio del direttore dell’area tecnica Giorgio Perinetti: “La notizia era già nell’aria e noi ne eravamo al corrente ma dopo la cena di ieri con tutta la squadra, il presidente e il mister è uscita fuori. Sono ovviamente dispiaciuto per il lavoro svolto dal direttore quest’anno ma non voglio entrare nello specifico della vicenda. La società ha preso questa decisione e noi in quanto giocatori dobbiamo accettarla e pensare agli obiettivi del campo”.

Il capitano poi parla della sua situazione contrattuale e del rinnovo non ancora siglato con il club di viale del Fante: “Al momento è tutto fermo, attendo di parlarne con il nuovo ds ma ovviamente io mi vedo ancora qui anche nelle prossima stagione. Cento presenza in rosa? Col Crotone potrei raggiungere questo importante traguardo in tre stagioni. Aldilà del rinnovo che dovremo discutere io e la mia famiglia stiamo bene a Palermo e mi piacerebbe concludere la carriera qui”.

Infine un piccolo amarcord dei momenti ha che hanno rappresentato la svolta in questa stagione: “La promozione di quest’anno è di sicuro più bella rispetto a quella vissuta con l’Atalanta in quanto ero capitano e abbiamo stabilito dei record. Ad inizio stagione abbiamo sofferto ma la cavalcata finale ci ha ripagato di tutti gli sforzi. Adesso ci aspettiamo che venerdì lo stadio sia pieno per festeggiare quest’ultimo passo verso la serie A”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    In bocca a lupo Direttore e speriamo bene!!! Cmq forza Palermo sempre…

    “A pensar male ci azzecca” non vorrei che con il Sig. Ceravolo si compiano delle “porcherie” del tipo va via Vasquez ed arriva Kone. Iachini si è già pronunciato al riguardo. Ceravolo spero faccia gli interessi del Palermo, di sicuro Perinetti li ha fatti dimostrandolo sempre, un grazie a questo palermitano di adozione che va ancora via a Testa Alta!!!

    “……la società ha preso questa decisione e noi in quanto giocatori dobbiamo accettarla e pensare agli obiettivi del campo” Caro Barreto, ma se invece tu in quanto capitano ed a nome di tutta la squadra avessi dichiarato la vostra contrarietà ed il vostro disappunto alla “cacciata” di Perinetti, pensi che il presidente zamparini vi mandava tutti via?! …Ci sono tanti precedenti in cui tuoi colleghi e capitani di squadre, anche illustri, hanno fatto modificare al in corso le decisioni che erano nell’aria ed in via di attuazione da parte delle rispettive società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.