Donna strangolata in casa | In stato d'arresto il marito - Live Sicilia

Donna strangolata in casa | In stato d’arresto il marito

Giornata chiave per la soluzione dell'omicidio di Giovanna Frosina avvenuto ieri in via Barbagallo Pittà. Arrestato il marito, Rosario Russo, che ha tentato il suicidio.

 

il caso
di
0 Commenti Condividi

CATANIA- AGGIORNAMENTO.

Un provvedimento di arresto per omicidio è stato emesso dalla squadra mobile di Catania per Rosario Russo, l’insegnante d’arte di 59 anni che ieri pomeriggio al culmine di una lite nella cucina della loro abitazione ha strozzato con le mani la moglie, Giovanna Frosina, di 36 anni. L’uxoricida, resosi conto di quello che aveva fatto, si è poi sdraiato sul proprio letto e ha tentato il suicidio ingerendo psicofarmaci. Nell’abitazione, al momento della tragedia, non c’erano i due figli minorenni, di 7 e 4 anni, anni della coppia che erano dai nonni materni.

Secondo quanto emerso dalle indagini della polizia, l’uomo da tempo soffriva di disturbi legati a problemi alla ‘cervicale’ e temeva di dovere morire da un momento all’altro, ingenerando un violento stato depressivo e continui ricorsi al pronto soccorso del vicino ospedale Vittorio Emanuele. Ma nessuno dei familiari ha detto di avere immaginato potesse rendersi protagonista di una simile tragedia. Russo è adesso ricoverato, in stato di coma, con la prognosi riservata in un reparto di rianimazione dove è piantonato dalla polizia. Sull’episodio la Procura di Catania ha aperto un’inchiesta.

LA CRONACA DI IERI SERA:

La Procura di Catania indaga sulle cause della morte di Giovanna Frosina, 36 anni, ritrovata ieri pomeriggio priva di vita nella propria abitazione a due passi dal centro storico.

Il suo corpo è stato trovato dagli uomini del 118 in cucina. Evidenti ecchimosi sul collo testimonierebbero, secondo la polizia, che è stata strangolata da qualcuno a mani nude.

Il marito, Salvatore Russo, insegnante, 59 anni, era nel suo letto, dove si sarebbe sdraiato dopo avere ingerito dei farmaci. Pare che l’uomo soffra di una grave forma di depressione. Soccorso da personale medico è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Vittorio Emanuele. Non sarebbe in pericolo di vita. Secondo una prima tesi investigativa della squadra mobile della Questura si potrebbe trattare di un uxoricidio seguito da un tentativo di suicidio. L’uomo avrebbe strozzato la moglie, forse al culmine di una lite, nella loro cucina, e poi avrebbe tentato di togliersi la vita nella stanza da letto ingerendo dei farmaci.

Salvatore Russo è stato ricoverato d’urgenza al Vittorio Emanuele, è stato trovato in gravi condizioni e la giornata di oggi sarà determinante per comprendere ogni particolare.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *