Elezioni politiche, i dati: Meloni stravince e parla da premier

Politiche: Meloni stravince, Di Maio out: i verdetti degli uninominali

Lo spoglio nazionale
ITALIA AL VOTO
di
9 Commenti Condividi

PALERMO – I dati relativi allo spoglio delle elezioni Politiche 2022 consegnano un primo quadro di vincitori e vinti nelle sfide dei collegi uninominali di Camera e Senato. Ecco gli aggiornamenti.

11.55

“Sono cento tondi i parlamentari della Lega al lavoro da domani”: lo ha detto il segretario Matteo Salvini in conferenza stampa nella sede del partito in via Bellerio a Milano aggiungendo che il Carroccio è “il secondo partito del centrodestra e ce la giochiamo con il Pd come secondo” in assoluto. Questa notte alle 4 mi sono messaggiato con Giorgia a cui faccio i complimenti. E’ stata brava: è stata premiata l’opposizione. Fratelli d’Italia è stata brava a fare una forte opposizione” e certo aver governato quasi due anni “non è stato semplice”, ma considerando come era la situazione “lo rifarei” ha concluso.

11.05

Il centrodestra, quando non sono state scrutinate tutte le sezioni, vincerebbe in 10 dei 12 collegi uninominali in Sicilia per la Camera dove si vota col maggioritario. Solo nel collegio Sicilia 1 Palermo quartiere Sette Cannoli vince il M5s con Davide Aiello e nel collegio Sicilia 2 Messina vince il candidato di “De Luca sindaco d’Italia” Francesco Gallo.

10.32

“Complimenti. Abbiamo eletto Dafne Musolino al Senato (Messina Enna) e Francesco Gallo alla Camera (Messina zona Jonica)”. Lo scrive Cateno De Luca (Sicilia Vera), in corsa per la presidenza della Regione siciliana e dato al secondo posto dagli exit poll dietro a Renato Schifani (centrodestra), commentando su Fb i risultati delle politiche. La lista ‘Cateno De Luca sindaco d’Italia’ dunque sbarca in
Parlamento. Musolino, candidata di “Sud chiama Nord” al Senato, ha un vantaggio di circa 2 mila voti rispetto a Carmela Bucalo del centrodestra, quando manca solo il dato finale di quattro sezioni. Più netto il vantaggio di Gallo, per la Camera, nei confronti della deputata uscente di Fi Matilde Siracusano.

10.00

La senatrice uscente di Forza Italia, Stefania Craxi, va verso la riconferma nel collegio del Senato uninominale (U03) col 37,69% dei voti quando sono state scrutinate 688 sezioni su 799. Dopo di lei Pietro Lorefice del M5s col 30,25%. Perde invece lo scontro nel collegio uninominale per la Camera il fratello Vittorio Bobo Craxi, candidato col centrosinistra che ottiene il 15,65% dei voti quando sono state scrutinate 355 sezioni su 404. Eletta in questo collegio dovrebbe essere la deputata uscente di Fratelli d’Italia Carolina Varchi che è al 35,31% tallonata da Aldo Penna del M5s col 33,54%.

7.30

Luigi Di Maio è stato sconfitto dall’ex ministro Sergio Costa (M5S) nel collegio uninominale della Camera di Napoli Fuorigrotta e quindi è fuori dal prossimo Parlamento. Tra le sfide in programma, Daniela Santanché ha sconfitto Carlo Cottarelli, Pierferdinando Casini ha avuto la meglio su Vittorio Sgarbi, Emma Bonino ha vinto il “derby” contro Carlo Calenda ma è stata superata dalla candidata di centrodestra Lavinia Mennuni. Risultano eletti anche Ilaria Cucchi, Claudio Lotito e Silvio Berlusconi nel collegio uninonominale del Senato di Monza.

7.20

L’Italia svolta a destra. Fdi è il primo partito e raccoglie il 26,3% (56.782 sezioni scrutinate su 60.399). Il centrodestra – 44,5% – ottiene una maggioranza netta nel nuovo Parlamento. A dati consolidati, Giorgia Meloni arriva nel quartier generale di Fratelli d’Italia a raccogliere l’ovazione dei suoi. “Dagli italiani arriva un’indicazione chiara per un governo di centrodestra a guida FdI. È il tempo della responsabilità, l’Italia ha scelto noi e non la tradiremo’, dice. L’affluenza è stata del 63,95%, il dato più basso mai registrato per le
elezioni politiche.

7.10

Il Pd è il secondo partito con il 19,1% – quando mancano 4.000 sezioni da scrutinare su 60.399 – e il centrosinistra arriva al 26,2%, oltre 15 punti in meno del centrodestra. Terzo il M5s con il 15,1%. “Tutti ci davano in picchiata e la rimonta è stata significativa: siamo la terza forza politica e quindi abbiamo una grande responsabilità – esulta Conte -“. Nella coalizione che vince, al trionfo di Fdi corrispondono risultati negativi della Lega al 9% e di Fi al 8,2%, Noi Moderati allo 0,9%. Mentre nel centrosinistra Verdi-Si ottengono il 3,5%, +Europa il 2,9%, Impegno civico lo 0,5%. Il terzo polo Azione-Italia Viva arriva al 7,6%, Italexit all’1,8%.

3:07
Nella notte c’è la conferenza di Giorgia Meloni. Parla già da premier: “Dagli italiani è arrivata un’indicazione chiara: un governo di centrodestra a guida di Fratelli d’Italia”. Dopo avere fatto riferimento alla campagna elettorale che “è stata violenta, l’abbiamo subita”, aggiunge: “Questo è il tempo della responsabilità, il tempo in cui se si vuole far parte della storia si deve capire quale responsabilità abbiamo verso decine di milioni di persone perché l’Italia ha scelto noi e non la tradiremo come non l’abbiamo mai tradita”. “Se saremo chiamati a governare la nazione – conclude – lo faremo per tutti, per unire un popolo esaltando ciò che unisce piuttosto che ciò che divide”.

02:00
Si assestano i dati quando la proiezione di Opinio per la Rai ha coperto un campione del 46%.
Fratelli d’Italia 25.6%.
Pd 19,3%
M5S 16,2%
Lega 8,6%
Forza Italia 8%
Azione Italia Viva 7,4%
Verdi e Sinistra 3,5%
+Europa 3,0%
Italexit 1,9%
Noi moderati 1,1%
Impegno civico 0,6%
Altre 4,8%

01:19
Con un campione del 21% Opinio Italia per Rai stima l’assegnazione dei seggi al Senato.
Centrodestra 114-126 seggi
Centronistra 34-46 seggi
M5S 21-33 seggi
Azione Italia Viva 6-12 seggi
Italexit 0
Altri 3-5

01:13
Terza proiezione per le liste al Senato con un campione del 21%. I dati di Opionio Italia pe Rai confermano la vittoria netta del centrodestra e il trionfo di Fratelli d’Italia che continua a crescere.

Fratelli d’Italia 25.4%
Pd 19,3%
M5S 15,9%
Lega 8,8%
Forza Italia 7,9%
Azione Italia Viva 7,5%
Verdi e Sinistra 3,6%
+Europa 3,0%
Italexit 2%
Unione popolare 1,4%
Noi moderati 1,1%
Altre 4,1%

01:06
Proiezioni sulle coalizioni al Senato (campione del 12%) di Opinio Italia per Rai.
Centrodestra 42,4%
Centronistra 26%
M5S 16,7%
Azione Italia Viva 7,3%
Italexit 1,9%
Altri 5,7%

00:45
Si conferma la tendenza dei risultati che vedono il centrodestra in vantaggio. Questa la proiezione al Senato di Opinio Italia per Rai con una copertura del 12%:
Fratelli d’Italia 24.7%
Pd 19 %
M5S 15,7 %
Lega 8,7 %
Forza Italia 8 %
Azione Italia Viva 7,3%
Verdi e Sinistra 3,5 %
+Europa 2,9 %
Italexit 1,9 %
Unione popolare 1,5%
Italia sovrana e popolare 1,3 %
Atri 4,5 %

00:24
Proiezioni sulle coalizioni al Senato con un campione del 6% di Opinio Italia per Rai.
Centrodestra 42,2%
Centronistra 26,4%
M5S 16,5%
Azione Italia Viva 7,3%
Italexit 2%
Altri 5,6%

00:01
Ecco i primi dati reali. Ci sono le proiezioni con un campione di copertura del 5% per quanto riguarda il Senato. I numeri praticamente uguali anche alla Camera dei deputati.
Fratelli d’Italia 24,6%
Partito democratico 19,4%
Movimento 5Stelle 16,5%
Lega 8,5%
Forza Italia 8%
Azione-Italia Viva 7,3%
Alleanza Verdi e Sinistra 3,5%
+Europa 2,9%
Italexit 2%
Unione popolare 1,4%
Noi moderati 1,1
Altri 4,8

elezioni
I primi dati reali


23:44
E’ di circa 10 punti percentuali il calo dell’affluenza alle elezioni per il rinnovo di Senato e Camera: alle ore 23 ha votato il 64, 29% per Palazzo Madama e il 64,39% degli aventi diritto per Montecitorio. Lo si rileva dal sito del ministero dell’Interno. Nella precedente tornata elettorale del 2018 alla stessa ora si era recato alle urne il 74,21% per il Senato e il 74,13% per la Camera.

23:34
Anche gli exit poll di Trend Poll per La 7 confermano la vittoria del centrodestra con una forbice tra il 43 e il 47%. Seguono centrosinistra 25-29%, Movimento 5 Stelle 13,50-17,50%, Azione-Italia Viva 6-8%, Italexit 2.3%, unione popolare 0,5-1,5%, Altri 1,50-2,5%.

23:28
“Centrodestra in netto vantaggio sia alla Camera che al Senato! Sarà una lunga notte, ma già ora vi voglio dire GRAZIE❤️?”. Il primo leader a farsi sentire sui social è Matteo Salvini della Lega, che sceglie un post su Twitter per commentare gli exit poll.

Il centrodestra è in netto vantaggio. Così dice il primo exit poll di Opinio Italia per Rai. Al centrodestra viene attribuita una percentuale tra il 41 e il 45%. ll centrosinistra viene dato tra il 25,5 e il 29,5%.

Fratelli d’Italia è in testa, primo partito con una percentuale fra 22 e 26%. Un successo per Giorgia Meloni, ma non per gli alleati: la Lega sarebbe tra 8,5 e 12,5% Forza Italia tra 6 e 8%. Noi Moderati 0,5-2,5%

Il Pd sarebbe tra 17 e 21%,. Completano lo schieramento di centrosinistra il risultato di Verdi + Sinistra 3-5%, +Europa 2,5-4,5% Impegno Civico 0,0-2%

Movimento 5 Stelle 13,5-17,5%

Terzo polo: Azione e Italia Viva 6,5-8,5%

Italexit 0,5-2,5%

Con questi numeri il centrodestra avrebbe la maggioranza sia alla Camera dei deputati che in Senato. Il centrodestra otterrebbe, infatti, fra 227-257 seggi, il centrosinistra 78-98, il Movimento 5 Stelle 36-56, il terzo polo 15-25, Italexit 0. Altre forze politiche 3-5.

SEGUI LA DIRETTA DI LIVESICILIA SUL VOTO ALLE REGIONALI


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    Ma cosa festeggia la lega?
    E’ un disastro per i leghisti. Sono passati dal 33% delle europee all’8,5% delle politiche, un crollo simile in 3 anni non aveva mai riguardato nessuna forza politica della storia italiana!
    La lega si è suicidata puntando su sicurezza e immigrazione, quando gli italiani volevano che si parlasse di lavoro, economia, carobollette…inoltre è stata così autolesionista da non capire che poteva giocarsi la carta dell’amicizia con la russia e dell’opposizione all’invio di armi agli ucraini….e invece per timore di essere identificata come filorussa, la lega si è suicidata…

    Governo che durerà poco, ma alla fine bisogna ammettere che hanno vinto (in coalizione). Personalmente ho votato per i 5 stelle e sono contentissimo della rimonta del partito con Conte, grande uomo. La vera sconfitta è la lega e questo mi fa tanto piacere. Godo nel sentire Salvini che dice “centrodestra in vantaggio…bla bla bla”, ma in realtà sa che non conta più nulla e sarà perfino sostituito. Vediamo cosa sanno fare, forse è meglio così, il popolo si accorgerà della loro incapacità presto.

    Scusate sono rientrato stamattina in Italia e non mi funziona internet, qualcuno saprebbe gentilmente dirmi che risultato ha ottenuto alle elezioni il ministro degli esteri Luigi Di Maio ed il suo partito Impegno Civico dove erano candidati tutti i ministri e sottosegretari ex 5 stelle del governo Draghi? Grazie.

    Che strano Luigi Di Maio figlio politico prediletto di Mario Draghi nonchè uomo di fiducia dei vertici USA a cominciare dal segretario di stato Blinken non è riuscito a farcela. Questa è una bella prova del voto democratico dei cittadini e del fatto che non sia influenzabile neppure dalle grandi potenze mondiali in quanto con tutti gli appoggi interni ed internazionali di cui godeva Di Maio avrebbe dovuto essere il primo degli eletti in Italia.

    Non è vero che la Meloni ha stravinto.
    26% significa “stravinto”??
    E se avesse preso il 40% quale verbo avrebbero usato?
    La verità è che la Meloni non è maggioranza reale nel Paese.
    Infatti il 74% dei votanti non ha votato per fratelli d’italia e il 56% dei votanti non ha votato per il centrodestra.
    La Meloni è minoranza!

    a Palermo hanno stravinto i cinquestelle!

    Palermo 600 sezioni su 600

    CINQUE STELLE. 34,5%
    FDI. 18%
    PD. 12%
    FI 11%
    e poi tutto il resto con Lega al 4,5%

    Ho un amico che vende bibite all’ingrosso può fdarsi che Di Maio sia interessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *