Famp, sì della giunta - Live Sicilia

Famp, sì della giunta

Uno scorcio di Palazzo d'Orleans

Il fondo consiste in 49 milioni di euro che serviranno a pagare gli straordinari, le indennità aggiuntive e i premi per la produttività di alcune categorie di dipendenti.

Palazzo d'Orleans
di
8 Commenti Condividi

PALERMO– La giunta regionale ha approvato il Famp, fondo per il pagamento delle indennità obbligatorie dei dipendenti regionali. Lunedì sera era stato firmato l’accordo tra sindacati e Regione, oggi l’atto ufficiale. Il fondo consiste in 49 milioni di euro che serviranno a pagare gli straordinari, le indennità aggiuntive e i premi per la produttività di alcune categorie di dipendenti. Un accordo che vede esclusi i dirigenti regionali, ma che riguarda invece il ‘comparto’. La stragrande maggioranza dello stanziamento (quasi tutto, in realtà) sarà destinata, infatti, al pagamento dei dipendenti a tempo indeterminato, mentre la piccola parte restante andrà invece a copertura del pagamento dei lavoratori a tempo determinato.

E, come già riportato da Livesicilia a seguito della sottoscrizione dell’accordo, dalla somma complessiva dei quasi cinquanta milioni saranno estrapolate alcune somme che verranno destinate a specifiche categorie: un elenco lunghissimo del quale fanno parte anche i circa sei milioni che andranno ai dipendenti del Corpo Forestale e ai custodi dell’assessorato dei Beni culturali, e altri 60.000 euro che serviranno invece per pagare straordinari e premi produttività per i dipendenti a tempo determinato dei Beni culturali. Circa un milione, invece, andrà ai dipendenti del dipartimento di Acque e rifiuti, 185 mila euro agli ispettori del lavoro, 150 mila euro al dipartimento Attività produttive e 100.000 euro ai dipendenti del dipartimento della Programmazione. All’assessorato alla Sanità, invece, i dipendenti regionali riceveranno una somma complessiva di 380 mila euro: 280 andranno al dipartimento Pianificazione strategica, i restanti all’osservatorio epidemiologico.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    Desidero ringraziAre pubblicamente cobas codir e sadirs che si sono prodigati sino alla fine per i diritti sacrosanti di una categoria fatta ormai oggetto di una malsana demagogia politica e sindacale.

    E dopo questo atto, quali saranno i benefici per la collettività? Quali i servizi per i cittadini? Quali, quelle per le imprese? Atti che non mi pare portino sviluppo ma solo clientelismo.

    Mario , prima di commentare tanto per scrivere informati cosa è il FAMP e poi commenti!!! Con stima Marco

    Ma Lei crede veramente che sia grazie a questi o altri sindacati che prenderà il FAMP?
    E’ stata tutta una manovra pilotata per arrivare fino all’ultimo giorno di chiusura della cassa regionale, senza peraltro avere la certezza che tali somme siano erogate, visto il limite raggiunto per il patto di stabilità. I sindacati sono l’altra faccia della stessa medaglia di rame.

    Il FAMP ha tutti ma se il 70% non lavora………mah

    Dispiace constatare che siamo, ormai, alla guerra tra poveri.
    Trattiamo il pubblico impiego come fosse una piaga ma sono gli unici che pagano le tasse con certezza. Palermo sopravvive, ancora oggi, con quanto riescono a spendere gli impiegati comunali, provinciali, regionali, e sicuramente non grazie a fior di imprenditori e alle loro assunzioni in nero e cassa integrazione a gogo !! A quanto risulta un imprenditore, mediamente, guadagna annualmente 200€ in meno di un suo dipendente. In ultimo la politica ha voluto incrementare questi numeri nel pubblico mentre i concorsi sono fermi da decenni.

    Grazie al cobas codir che si sono stati ottenuti questi risultati in periodo in cui gli stipendi sono fermi da diversi anni e le famiglia non riescono più ad arrivare a fine mese con grande vantaggio delle finanziarie.

    Ogni dipartimento gioca a fare il furbo e a prevalere sugli altri. Così si spigano le somme estrapolare per specifiche categorie. E i sindacati approvano vergogna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *