Fazio perde l'aplomb:| "Ora mi sono rotto le p****" - Live Sicilia

Fazio perde l’aplomb:| “Ora mi sono rotto le p****”

Il conduttore del Festival sbotta alla domanda di un giornalista che gli chiede se non ritiene che il modello iperbuonista nell'Italia disperata si sia un pò usurato.

LO SFOGO
di
8 Commenti Condividi

Anche un “buono” come Fabio Fazio perde le staffe. A far saltare i nervi al conduttore del “Festival di Sanremo” è una domanda rivolta oggi in conferenza stampa da un giornalista: “Non ritiene che il modello iperbuonista nell’Italia disperata si sia un pò usurato?”. Fazio, che ieri a tarda serata si è presentato sul palco dell’Ariston in vestaglia, è sbottato: “Non sono più disponibile a sentire la parola “buonista”. Mi sono proprio rotto le palle. In un Paese costruito sulla rabbia, interpretare la buona educazione come buonismo è un’associazione a delinquere“. Sono in tanti a scommettere che tanto nervosismo sia colpa del calo degli ascolti. La media della seconda serata, stando ai dati Auditel, è la più bassa dal 2008.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    Buonista, buonista e buonista uffa

    Un valletto della sinistra radical – salottiera che propone a disoccupati e pensionati sociali modelli virtuali basati sul “politically correct” mentre gode di appannaggi e privilegi di ogni genere fra residenze blindate e vacanze esotiche.

    Si giusto! proponiamo per solidarietà al difficile periodo storico che stiamo vivendo a livello mondiale di oscurare tutti i programmi TV, o caso mai mandare in onda solo la TV del dolore con tutte le disgrazie che succedono nel mondo.
    Poi ci si chiede perchè si ha nostalgia della TV degli anni 50 e 60, quando in Italia c’era una situazione ben più tragica di quella di oggi e la TV era quello svago necessario anche per infondere nella gente uno spirito positivo di fiducia e speranza di benessere.

    Con quanto prendono Fazio e la Litizzetto, soldoni pubblici del nostro canone, possono sicuramente sorvolare a questi pettegolezzi da cronaca rosa, perché non vanno per le strade a incontrare pensionati, disoccupati, imprenditori in crisi, studenti, impiegati impoveriti, a spiegare la equa giustizia sociale che gli consente di avere compensi così elevati per delle stupide serate canore, ma questo è il sistema, il Business……dello spettacolo………….con i soldi pubblici……….e poi mi devo sentire la Litizzeto fare i suoi ipocriti sermoni………………..pietosa.

    E poi dicono che l’utopia comunista appartiene al passato!
    Ma è mai possibile che quando per successi suoi personali un individuo si distingue dalla massa per reddito percepito, molti sono lì pronti ha buttar giù critiche, trasformandosi nella peggiore interpretazione del comunista che per fortuna non c’è mai stata in Italia, ma tutt’alpiù in Unione Sovietica.
    Guai in Italia ad essere imprenditore, calciatore, cantante, attore, artista in genere che riscuote il meritato successo nel proprio campo che in proporzione al fatturato (vedi l’industria del calcio, della discografia, del cinema, della televisione, l’industria in genere) determina lauti guadagni.
    Vedi Fazio ad esempio se con ventanni di gavetta alle spalle si scandalizzava nessuno se guadagnava poco o agli inizi proprio niente, o se cadendo in bassa fortuna da domani non se lo fila più nessuno, quanti staranno lì a compatirlo alla stregua di come oggi lo criticano.

    Non mi perdo in commenti perchè finalmente la gente s’è accorta di questi due fasulli appoggiati dalla sinistra e rappresentanti della sinistra. Guardateli in faccia, non riescono a nascondere la loro ipocrisia e il disprezzo per gli altri. Dietro il falso buonismo, ci offrono antipatia e parolacce. Mandateli a casa!

    nessuno vi costringe a vedere il festival. Io non lo vedo x protesta.

    Che pifferaio magico è quel comico di grillo ha fatto il lavaggio del cervello a parecchia gente disperata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.