Fermate con cacciaviti e refurtiva: denunciate due donne - Live Sicilia

Fermate con cacciaviti e refurtiva: denunciate due donne

Sono state trovate in possesso di grossi cacciaviti e tutto il necessario per scardinare le porte
PALERMO
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – Gli agenti di polizia hanno bloccato in via Notarbartolo a Palermo due giovani di 25 anni che sarebbero le responsabili di un furto in un appartamento che si trova al sesto piano.

Le due indagate, originarie di due paesi dell’ex Jugoslavia, sono state trovate in possesso di grossi cacciaviti e tutto il necessario per scardinare le porte delle abitazioni. Avevano anche diversi monili in oro che avevano portato via poco prima dall’abitazione. Collane, anelli e bracciali e orologi riconosciuti dalla proprietaria vittima del furto.

Secondo le prime indagini le due donne sarebbero state denunciate in Calabria alcuni giorni prima sempre per furto in abitazione. Dopo essere state identificate sono state denunciate e rimesse in libertà. In queste ultime settimane si sono registrati decine di furti in abitazioni e anche di auto e moto. Numerose le denunce presentate a polizia e carabinieri.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Scusate ma se tutte le volte vengono denunciate e rimesse in libertà è ovvio che ci riprovino……

    ESPATRIO IMMEDIATO!!! Contatti i familiari, i parenti, gli amici e i contatti telefonici. Stop! Tolleranza ZERO! Onore alle Forze dell’Ordine.

    Il complottismo è a livelli di guardia.
    Forse da decenni non c’erano furti attribuiti a donne dell’est a palermo..
    per una incredibile e stranissima coincidenza, questo avviene in piena campagna elettorale.
    La stranezza degli episodi attributi a stranieri da quando è iniziata la campagna elettorale scatena un complottismo oltre ogni limite di umana immaginazione!
    la gente sente puzza di bruciato e di polpette avvelenate.

    Tale vicenda scatena un complottismo senza fine per amplificazione mediatica, origini delle donne sospettate, tempistica, contesto, campagna elettorale….
    Ogni vicenda attribuita a immigrati scatena un complottismo senza fine….complottismo aumenta a dismisura in campagna elettorale!

    ma Pd, cinquestelle, comunisti, rifondazione, potere al popolo, sostenitori di de magistris, sostenitori di ingroia, radicali, più europa, renziani, calendiani, centristi, moderati, cattolici, verdi, sinistra italiana, sinistre varie, articolo 1, leu non sentono puzza di bruciato per gli strani episodi attribuiti a migranti in campagna elettorale?
    Non raccolgono il complottismo della gente sugli stranissimi episodi iniziati a pochi minuti dallo scioglimento delle camere?
    Non conoscono il motto di andreotti “a pensare male si fa peccato ma si azzecca”?
    Immaginiamo i cattivi pensieri di Andreotti dopo ennesima campagna elettorale caratterizzata da stranissimi episodi attribuiti a migranti.
    E il complottismo dilaga oltre ogni limite di immaginazione!

    “Palermo è bella ” è evidente che hai dei problemini , che si sono accentuati , dopo
    la batosta elettorale delle ultime amministrative . Aspetta il 25 settembre , e prenota
    un ricovero in medicina interna , perché l’ulcera , evidente , può anche perforarsi .
    Per si e per no ti consiglio di iniziare fin da adesso , una forte cura di farmaci che
    bloccano l ‘eccesso di acidità . Auguri sinceri !!!!!!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.