Figuccia scrive a Napolitano: | "Pensi a Sodoma e Gomorra" - Live Sicilia

Figuccia scrive a Napolitano: | “Pensi a Sodoma e Gomorra”

Angelo Figuccia

Il consigliere comunale non si ferma e critica anche Boldrini e Idem.

la polemica sul gay pride
di
21 Commenti Condividi

PALERMO – “Ecco perchè dico no al Gay Pride”. Inizia così la missiva che angelo Figuccia ha deciso di inviare al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per tentare di fermare quello che lo stesso consigliere comunale palermitano definisce un attentato alla morale collettiva, criticando la scelta di partecipare di Idem e Boldrini. Di seguito il testo integrale della lettera.

Ecco perchè dico no al Gay Pride!
Bastano solo alcuni passaggi per rendersi conto delle motivazioni che mi spingono ad essere critico nei confronti del gay pride e delle manifestazioni ad esso collegate. Si tratta di un percorso preparatorio, che attraverso iniziative come “immaginari ribelli” (vedi https:/ /www.facebook.com/events/136451626537493/) che prevede “due giorni di contaminazioni tra corpi, desideri, sovversione di genere, postporno…all’insegna di Rituali iniziatici alla sacralità dell’Osceno, laboratori sull’eiaculazione femminile, esercizi di volgarità espressiva, laboratori di Porno-Estetica per vaiasse, troie e troioni latenti” Il tutto sancito dall’esplicita affermazione: “C’è (grosso) rischio di sporcarsi, portare un’asciugamano.”, conduce direttamente al gay pride. Il Presidente della Camera ed il Ministro delle Pari Opportunità sono a conoscenza di tutte queste iniziative? Conoscono il percorso che conduce all’organizzazione dell’evento? Al di là del mio personale punto di vista sulla questione, ritengo necessario fare una distinzione fra “diritti civili” di cui ho sentito tanto parlare in questi giorni, e depravazione allo stato puro. Non capisco infatti in che modo “decostruire gli stereotipi etero normativi” come dicono gli organizzatori dell’evento, sia possibile attraverso “la preparazione di un dolcissimo dessert vegano servito su vassoio umano.” Mi chiedo cosa centri tutto questo con i diritti civili tanto decantati e vorrei chiedere alla Presidente Boldrini se ritiene che in questo modo non venga violata la Costituzione, che all’Art. 29 recita: “La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio.”

La Presidenza della Camera è e deve continuare ad essere un organo di garanzia per tutti. Non possiamo accettare che la terza carica dello Stato avalli manifestazioni come queste che fanno dei diritti civili una bandiera dietro la quale nascondere poi iniziative amorali e basate sull’oscenità, come quella organizzata in fase preparatoria dall’indotto del gay pride. Chiedo al Presidente Napolitano, in qualità di garante della Costituzione un intervento deciso per porre fine a queste iniziative carnevalesche che nascondono seri pericoli per la morale collettiva. Sodoma e Gomorra, distrutte per opera divina, a causa dell’empietà dei loro abitanti, siano per noi un monito!

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

21 Commenti Condividi

Commenti

    MAU
    non è questione di essere perbenisti e sinceramente non raccolgo neanche la tua provocazione…nessuno teme il “contagio” come lo chiami tu, piuttosto rifletti e guarda il video che ha pubblicato sara. L’ho trovato illuminante, sentire dire ad un gay che è contro il gay pride è davvero molto forte. E’ ovvio a me non interessa cosa fanno a casa loro le persone, ma come pretendo il decoro dagli etero, altrettanto vorrei facessero i gay e infatti la testimonianza del video dice proprio questo. Moltissimi gay sono contrari al gay pride solo che in tanti non lo dicono perchè chi vive la propria sessualità in maniera riservata e privata non va in piazza a dire di essere contro qualcosa….nè tantomeno per mettersi con “tette e culo al vento”

    io sono lesbica e sinceramente sono stanca di tutte queste polemiche.
    Vi sembrerà assurdo e strano ma sono d’accordo con Figuccia e con chi di voi che commenta la pensa come lui.
    Io non voglio che la gente quando pensa al mondo gay, di cui faccio parte anche io, pensi al GAY PRIDE. Io sono una persona seria e non voglio dovermi vergognare di quello che sono, della mia identità sessuale, solo perchè il gay pride promuove in tutto il mondo un’immagine distorta della realtà. I gay non sono come vengono dipinti dal GAY PRIDE. Ritengo peraltro che in questo modo si alimenti solo l’omofobia!!!

    io sono eterosessuale e ritengo il Pride una grande manifestazione di civilta’, tolleranza, diritti civili a cui tutti hanno il dovere politico, morale e culturale di partecipare per combattere attivamente l’omofobia, l’intolleranza e il razzismo.
    secondo me invece tu, cara mary, senza offesa o sei una finta lesbica che vuole provocare…o sei come i collaborazionisti durante il nazismo o gli ascari durante il colonialismo.
    infatti nessuna lesbica o gay puo’ giustificare l’omofobia, come nessun ebreo puo’ giustificare il nazismo, nessun nero puo’ giustificare l’apartheid e nessun africano puo’ giustificare il colonialismo.
    OMOFOBIA E RAZZISMO MALI ASSOLUTI!

    x tutti:
    I PRIMI GIORNI DEL PRIDE SONO STATI UN SUCCESSO. DIBATTITI AFFOLLATI, MA SOPRATTUTTO PER I CONCERTI DI ALMAMEGRETTA E FRANK C’ERA UN PIENONE PAUROSO. NON C’ERANO SOLO PERSONE LGB, MA ANCHE C’ERANO ETEROSESSUALI SINGLE O IN COPPIA, FAMIGLIE, RAGAZZI CHE ABBORDAVANO RAGAZZE E VICEVERSA. C’ERA LA PALERMO TOLLERANTE, PLURALISTA, APERTA, CHE E’ MAGGIORITARIA RISPETTO ALLA ESIGUA MINORANZA BIGOTTA, OMOFOBA, BACCHETTONA E REAZIONARIA…
    RASSEGNATEVI, PALERMO E’ MATURA E STA ACCOGLIENDO ALLA GRANDE IL PRIDE!
    4 REAZIONARI INUTILI SI POSSONO CHIUDERE NELLE LORO CASE, NON PASSANO E NON CONTANO!
    PS: E’ FALSO DIRE CHE IL GAY PRIDE DA’ UN IMMAGINE DISTORTA DEGLI OMOSESSUALI. INFATTI AL PRIDE C’E’ LA MASSIMA LIBERTA’, OGNUNO PUO’ ANDARE COME VUOLE, NON CI SONO BIGOTTISMI E STEREOTIPI. APRITE LE VOSTRE MENTI…CHI RIFIUTA I GAY HA QUALCOSA DA TEMERE, NON HA IDENTITA’ CHIARE E TEME I SOSPETTI DELLA GENTE.

    caro Figuccia invece di preoccuparti solo dei gay scrivi una bella lettera al presidente napolitano e al ministro alfano affinchè risolvano anche problema della tratta delle schiave che ogni notte sono costrette a prostituirsi tra la Favorita via lincoln via garibaldi ed il foro italico
    Grazie.

    A proposito della Bibbia, se hai la pazienza di leggerla per intero, senza fermarti a ciò che ti hanno insegnato al catechismo, ti accorgerai che contiene solo sei ammonimenti per gli omosessuali contro 362 ammonimenti dedicati agli eterosessuali. Ciò non significa che Dio non ama gli eterosessuali è solo che necessitano di maggiore controllo.

    buona riflessione!

    per Giuseppe il Rosso ripeto: “Ritengo peraltro che in questo modo si alimenti solo l’omofobia!!!”
    Da dove hai dedotto che giustifico l’omofobia?
    POI OFFENDERMI SOLO PERCHE’ LA PENSO DIVERSAMENTE DA TE TI QUALIFICA PER QUELLO CHE SEI….E NON AGGIUNGO ALTRO PERCHE’ NON VOGLIO METTERMI AL TUO LIVELLO.
    e QUI SINCERAMENTE NON SO CHI SIA PIU’ BIGOTTO

    Ignorante (non conosce la Bibbia), seminatore di odio e violenza, e pure ignorante: il comunicato stampa era pieno di errori di grammatica. E sopratutto: chi è? Cosa ha fatto prima di cercare di mettersi sotto i riflettori del pride?

    Barbara…interessante la tua osservazione.
    Comunque dopo la parantesi non si metta la virgola e neanche prima della congiunzione 🙂

    A proposito di Gesù ( Qualcuno l’ha citato) l’Apostolo Paolo scrive nella lettera ai 1 Corinzi capitolo 5 verso – 9 Non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio?
    Non v’illudete; né fornicatori, né idolatri, né adulteri, né effeminati, né sodomiti, 10 né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio. 11 E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e mediante lo Spirito del nostro Dio.

    E ancora in Romani capitolo16 verso – 24 Per questo Dio li ha abbandonati all’impurità, secondo i desideri dei loro cuori, in modo da disonorare fra di loro i loro corpi; 25 essi, che hanno mutato la verità di Dio in menzogna e hanno adorato e servito la creatura invece del Creatore, che è benedetto in eterno. Amen.
    26 Perciò Dio li ha abbandonati a passioni infami: infatti le loro donne hanno cambiato l’uso naturale in quello che è contro natura; 27 similmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri commettendo uomini con uomini atti infami, ricevendo in loro stessi la meritata ricompensa del proprio traviamento.
    Non ho altro d’aggiungere..

    Nessuno è omosessuale PER SCELTA: lo è PER NATURA.
    Non ho mai visto nessuno a cui piacciono solo le donne, andare ad uomini per “trasgressione”… se ci va è che, “per natura”, gli piacciono anche gli uomini.

    Ergo, SE DIO ESISTE, GLI OMOSESSUALI LI HA CREATI LUI.

    Cari Cattolici, è la logica, fatevene una ragione…

    Caro Figuccia, perchè non si informa se nell’Arca è rimasto qualche posto libero….ammesso che La facciano salire…….

    Ormai credo che ci restino solo due alternative…….una divisione dell’Italia …….in soldoni…alcune regioni abitate ESCLUSIVAMENTE da immigrati,omosessuali,atei,consumatori di droghe,no global,popolo viola e sinistrume vario e l’altra popolata da chi non tollera questa fauna….o,in alternativa ,una furiosa guerra civile fra i due blocchi.
    Occorre essere realisti …sono due visioni del mondo inconciliabili da ogni punto di vista.

    figuccia complimenti per il coraggio che oggi ci vuole per affrontare questo argomento urticantissimo, il neo Papa ha detto che non dobbiamo provar vergogna a manifestare il nostro credo a costo di prendersi tutti sti insulti!!!

    Ad antonio vanadia
    Ma perchè dobbiamo per forza dividere e creare guerre, io credo che ci possa essere una via di mezzo in cui tutti possono convivere. La trasgressione e l’eccesso non sono mai condivisibili. Se un etero o un gay si denuda per strada, ha atteggiamenti volgari davanti a tanta gente, bambini inclusi, come accade al gay pride( e vi invito a vedere le tante immagine disponibili on line) io non posso condividerlo.
    Non credo che i gay vogliano questo…mi sembra assurdo e se è così voglio poter dire che non lo condivido, che è sbagliato e che non lo accetto.
    Posso essere libera di farlo?
    Non sono visioni inconciliabili, perchè non credo che essere gay significhi per forza fare il gay pride, come non credo che essere etero significhi per forza fare le orgie in pubblica piazza.
    Poi ognuno a casa sua e nella sua intimità faccia pure ciò che vuole

    Ai tanti commenti intolleranti che ho letto in questi giorni vorrei dire solo una frase: “La mia libertà finisce dove comincia la vostra” M.Luter King
    Non bisogna imporre una manifestazione così trasgressiva e sfacciatamente oscena. Non è giusto dire che ci sono tante attività culturali. Io ho visto la parata su internet e mi vorgognerei, non saprei proprio come spiegare a mio figlio cosa stanno facendo quegli uomini e quelle donne mezzi nudi o anche tutti nudi per strada, in atteggiamenti equivoci e non decorosi

    Condivido tutto quanto afferma il Consigliere Figuccia, che non ho il piacere di conoscere ma che si presenta come un politico di buon senso. Grazie per il suo coraggio.

    paradossalmente sono d’accordo con il signor vanadia:
    separiamo le due italia. l’italia solidale, antirazzista, libertaria, antifascista, laica, civile, progressista, democratica, onesta, ecologista, pacifista contrapposta all’altra italia reazionaria, razzista, bigotta, omofoba, integralista, intollerante, bacchettona, fascista, egoista, capitalista, liberista, guerrafondaia!
    CI SONO DUE ITALIA, LA PRIMA E’ SUPERIORE ETICAMENTE, POLITICAMENTE, MORALMENTE, CULTURALMENTE E CIVILMENTE!

    si diciamo pure che la prima è la razza ariana!!!
    mah pazzesco e sparte dice pure che gli altri sono intolleranti.
    Fra un pò mi aspetto che Giuseppe il Rosso dica pure che chi non la pensa come lui va soppresso con il gas…

    In questi giorni ho capito una cosa e per questo devo ringraziare Figuccia che ha avuto la capacità di aprire, con parole provocatorie, un dibattito, che altrimenti sarebbe rimasto sopito: entrambi i punti di vista, progressista o conservatore manifestano le proprie ragioni, ma comunque entrambe le “categorie” sono caratterizzate da un’intolleranza incredibile. Ho sentito parlare di Dio e di Satana, di bibbia e di razza ariana, di diritti violati e di carri di carnevale, ma in nessuno dei commenti ho trovato rispetto per le opinioni diverse dalle proprie. In Figuccia ho visto invece un uomo forse un pò antico, ma capace di dire la sua senza per questo offendere nessuno. Sicuro delle sue idee e non disposto a tornare indietro, mantenendo sempre un rispetto, che di certo non ho visto, dai tanti che scrivono, ricambiato nei suoi confronti.
    Essere liberi di esprimere le proprie idee non solo lo impone la nostra costituzione, ma soprattutto la nostra coscienza!

    Come Padre di 5 figli non posso non condividere il buon senso del Consigliere Figuccia. Ci fossero all’opposizione tutti politici di questo livello, purtroppo sono pochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.