Fondo pensioni della Regione | Arriva il nuovo commissario - Live Sicilia

Fondo pensioni della Regione | Arriva il nuovo commissario

Si tratta di Alessandro Ferrara, ex capo del dipartimento Attività produttive.

LA NOMINA
di
10 Commenti Condividi

PALERMO, 3 MAR – Alessandro Ferrara, ex capo del dipartimento Attività produttive, è stato nominato commissario straordinario del Fondo pensioni della Regione siciliana fino al prossimo 30 giugno. La nomina è stata deliberata dalla giunta su proposta dell’assessore regionale alle Autonomie locali, Bernardette Grasso. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Che è? Sicilia Futura al governo?

    Cambiando l’ordine dei fattori il prodotto non cambia!!!Ferrara dalle Attività produttive al Fondo Pensioni! Greco dal Fondo Pensioni alle Attività Produttive! MUSUMECI STAI CERCANDO DI EMULARE CROCETTA?

    Forse Musumeci ha dimenticato quali sono le sue radici politiche. Ferrara, dal PCI a Confindustria e altro, cosa non si fa per una poltrona! Altro piccolo messaggio per comprendere che probabilmente non Diventerà Bellissima

    Ma c è una grande differenza. Greco ha tutelato il patrimonio del fondo contro l’azione del governo Crocetta. Non ha consentito che i soldi del fondo fossero prestati ai comuni per ripianare i loro debiti; si è opposto all’acquisto del fondo immobiliare della Regione costituito dai palazzi in affitto al prezzo dettato dalla società immobiliare. Ha rimandato al mittente gli immobili vetusti ed incommerciabili con cui la Regione vuole compensare il debito per piu di 200 milioni che ha verso il fondo pensioni. Vedremo cosa farà Ferrara

    qui si continuano a dire castronerie su castronerie. la burocrazia non può appartenersi ai partiti, le scelte vanno fatte sulle capacità. Quello semmai che lascia pensare è che le strutture proprie dell’amministrazione, e il fondo pensione è tra questi, non si possono e non si devono sottoporre allo stress delle elezioni. Io mi chiedo: ma se domani dalle urne esce la necessità di guardare ad un governo di coalizione, Musumeci che fa lo duplica in Sicilia? ma il 5 novembre cosa è stato consegnato dagli elettori? se c’è una maggioranza governi e non aspetti nulla, da oltre 100 giorni l’amministrazione di fatto è ferma. tra 28 giorni scade l’esercizio provvisorio, dovrebbe esserci la bozza di bilancio in discussione nelle commissioni ma ancora manco l’ombra!!!! tanto poi sarà sempre la burocrazia a pagare lo scotto delle inefficienze della politica.

    Occorre nominare persone capaci e non secondo il colore politico. La nomina al fondo pensioni sicilia è una nomina delicata e non può essere fatta secondo criteri poco seri e poco opportuni. Almeno con enti così delicati per senso di responsabilità non si deve e non si può giocare. Ci sono troppi soldi da gestire e pagare le pensioni per migliaia di persone. Quindi ci vuole buon senso e responsabilità.

    La burocrazia non potrebbe appartenere ai partiti, ma la realtà è un’altra. Per questo, da cuffaro in avanti già i dirigenti dei servizi e poi i dirigenti generali (da cui dipendono tutti) sono scelti in funzione della massima fedeltà politica e tantissimi politici vedono onestà, competenza e fedeltà allo Stato come i peggiori difetti che può avere un pubblico dipendente. Avere un protettore politico per alcuni, dirigenti o funzionari, significa la carriera assicurata. Lavorare poi, è solo una brutta parola.

    Ma Ferrara è un dipendente regionale o no ? Se è si, come io credo, come ha fatto a passare alla confindustria senza nemmeno essere industriale ? Comunque se è un ex comunista l’avrei retrocesso a commesso.

    Musumeci deve mandare al fondo pensione persone capaci, perché i problemi di questo ufficio sono gravi, i pensionati non hanno più la certezza di essere pagati puntuali, i soldi mancano, insomma la pentola sta per esplodere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.