Giannone vs Mancini |Depositato esposto alla procura - Live Sicilia

Giannone vs Mancini |Depositato esposto alla procura

Giuseppe Giannone ha depositato un esposto dove chiede alla Procura di verificare se ci sono gli estremi per il reato di abuso d'ufficio nei confronti dell'attuale presidente della Sac. La risposta di Mancini.

1 Commenti Condividi

CATANIA – Non si placa la bagarre giudiziaria all’interno della Sac. Dopo l’ordinanza cautelare della sezione civile del Tribunale di Catania che ha sospeso il Cda eletto nella seduta del 6 settembre 2012, facendo rientrare in carica Gaetano Mancini come presidente ed amministratore delegato, oggi arriva un nuovo colpo di scena. L’ex presidente Giuseppe Giannone ha depositato un esposto alla Procura della Repubblica ipotizzando il reato di abuso d’ufficio per la condotta tenuta da Mancini successivamente  al suo rientro in carica. In particolare, si fa riferimento alla revoca da parte del Presidente Mancini del mandato legale al professor Pietro Abbadessa e al professor Francesco Merlino di procedere al reclamo proprio in merito all’ordinanza cautelare. Nell’esposto si fa rivelare come il provvedimento di revoca provenga proprio dal soggetto che potrebbe ricevere un diretto vantaggio nel caso in cui il reclamo non fosse accolto, in quanto Mancini resterebbe in carica. Intanto, però, i due avvocati hanno proceduto nel presentare l’istanza e l’udienza è stata già fissata per il prossimo 17 settembre. Il rischio, però, è che i due ricorrenti Abbadessa e Merlino siano delegittimati e, quindi, non possano nei fatti sostenere la causa in quanto privi del mandato difensivo.

Alla notizia dell’esposto Gaetano Mancini, contattato da LiveSiciliaCatania, commenta: “Prima di tutto procederò a verificare come Giannone sia venuto a conoscenza del provvedimento di revoca ad Abbadessa e Merlino. La scelta di revocare il mandato difensivo è scaturita da una semplice motivazione: avevo chiesto ai due avvocati di sottoporre alla valutazione del consiglio d’amministrazione la scelta se presentare o meno il reclamo, con l’obiettivo di evitare un ulteriore stillicidio giudiziario alla società, ed accelerare i tempi di svolgimento dell’assemblea come richiestomi dalla Camera di Commercio di Catania e da quella di Siracusa che insieme rappresentano il 50% delle azioni. A questa mia richiesta però Abbadessa ha risposto che avrebbe proceduto lo stesso perché per lui il presidente ancora in carica era Giannone. Da qui la mia decisione di revocare l’incarico”.

Sull’udienza di domani alla terza sezione penale del Tribunale di Catania che lo vede imputato per il reato di omissione di atti d’ufficio in veste di Amministratore della Sac, Gaetano Mancini dichiara: “Sono sereno e molto fiducioso”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    …… Caro Gaetano condivido la tua iniziativa sia in termini di opportunità, essendo venuto meno il vincolo fiduciario che lega il consulente all’amministrazione, sia in termini di legittimità……. Complimenti e non ti fare intimorire da nessuno!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *