Giovani imprenditori a "Med in Italy": "Ripartire da eccellenze" - Live Sicilia

Giovani imprenditori a “Med in Italy”: “Ripartire dalle nostre eccellenze”

Il presidente Riccardo Di Stefano: "Burocrazia ancora troppo lenta" FOTO e VIDEO
1 Commenti Condividi

Il presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Riccardo Di Stefano, palermitano classe 1986, imprenditore di seconda generazione, il primo siciliano a rappresentare il Movimento dei giovani industriali fino al 2023, ha organizzato a Palermo “Med in Italy”, una giornata di dibattito e confronto per conoscere e approfondire i trend che accomunano i paesi del Mediterraneo dopo due anni di pandemia.

Di Stefano ha espresso preoccupazione per il debito pubblico: “Come Giovani Imprenditori siamo fortemente preoccupati perché in questi anni ci hanno abituato a fare deficit, a sforare sicuramente per la situazione emergenziale, ma adesso è una zavorra intergenerazionale fortissima. Il debito va aggredito ed eroso. Oggi con il PNRR abbiamo un’occasione che non può essere persa e abbiamo l’obbligo, e anche un po’ la rabbia, nel segnalare che il debito di oggi graverà su giovani donne e precari che sono le categorie più colpite. A loro voglio aggiungere la manifattura che dobbiamo mettere in sicurezza e preservare come patrimonio collettivo. E’ grazie all’industria italiana che siamo usciti dal tunnel”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Hai perfettamente ragione questi attuali politici inutili e dannosi stanno svendendo l’Italia. . Se non si reagisce non restaranno nemmeno le pietre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.