Tragedia alla gara di moto: Messina prega per Marco - Live Sicilia

Gravissimo incidente alla gara di moto: Messina prega per Marco

E' successo a Rimini: un 27enne è morto
LA TRAGEDIA
di
0 Commenti Condividi

Ore di angoscia e grande preoccupazione a Messina per le condizioni di un giovane motociclista. Si tratta del ragazzo rimasto gravemente ferito in un tragico incidente sul circuito di Misano, a Rimini. Nel corso del secondo giro della gara di moto classe 600 Pro, Trofeo Italiano Amatori di domenica scorsa, ha già perso la vita un giovane pilota romano di 27 anni, Federico Esposto.

Marco Sciutteri, di origini siciliane, è stato trasportato in elicottero, in condizioni gravissime, all’ospedale di Cesena. Da anni poliziotto a Bologna, è nato a Messina e ha 34 anni. In tantissimi pregano per lui, i familiari sperano nel miracolo, mentre sono in corso le indagini per ricostruire le fasi della tragedia, avvenuta durante il programma della Coppa Italia di motociclismo velocità. Stando alle testimonianze, in primis del direttore di gara, non vi sarebbero state infrazioni regolamentari da parte dei piloti coinvolti, ma una serie di incidenti e investimenti a catena.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il primo a cadere a terra dopo una curva è stato proprio Sciutteri che sarebbe stato investito da Esposto, rimanendo a terra al margine della pista. Esposto, dopo aver investito il ragazzo, sarebbe caduto al centro pista e tentando di rialzarsi per mettersi a riparo è stato investito in corsa dalla moto n.77, condotta da Massimiliano Fenu, 30 anni di Padova. Sciutteri è ancora ricoverato al Bufalini di Cesena dove è stato trasportato d’urgenza, privo di sensi. Fenu invece era stato medicato sul posto dal medici del circuito di Misano.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *