Palermo, ministero: accorpare i seggi - Live Sicilia

Il diktat del ministero: “Accorpare i seggi a Palermo”

La direttiva da Roma per risolvere il problema dei presidenti mancanti
COMUNALI
di
0 Commenti Condividi

PALERMO, 12 GIU – I seggi non costituiti a Palermo per la rinuncia dei presidenti – e che non sono stati sostituiti – sono stati accorpati alle sezioni già operanti dove è in corso la votazione. E’ quanto si legge in una disposizione del Viminale, a firma del capo Dipartimento.

E sull’ipotesi di un prolungamento dell’orario di voto avanzata da diverse forze politiche, il Viminale stoppa ogni possibilità. “A norma vigente non si possono cambiare gli orari di apertura dei seggi – spiegano fonti ministeriali -. L’operazione si potrebbe fare soltanto emanando una nuova legge: tuttavia, nei seggi aperti in ritardo, gli elettori che si troveranno in fila alla chiusure dei seggi potranno votare oltre le 23”. Viene ricordato il caso dell’election day del 13 maggio 2001, quando a causa di ritardi nelle votazioni si votò fino a notte fonda.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *