Il dolore di Cateno e quelle reazioni inopportune

Il dolore di Cateno e quelle reazioni inopportune

La storia. E i social.
IL MALORE
di
0 Commenti Condividi

Ieri, abbiamo raccontato una storia di umanissima fragilità. La vicenda del dolore di Cateno De Luca, sopravvissuto, per fortuna, a un gravissimo malore. Una testimonianza per rammentare che, dietro ogni personaggio, c’è una persona, non dissimile dalle altre.

La stragrande maggioranza dei lettori ha colto lo spirito della nostra cronaca. E li ringraziamo per la sensibilità. A prescindere dalle idee, dalle polemiche e dai ruoli, possiamo salvarci solo così: ricordando a noi stessi l’appartenenza alla pianta dell’umanità.

Qualcuno, a corredo del nostro post social sull’articolo, ha chiosato con una faccina che sorride o con commenti di ilarità. Noi non additiamo nessuno e non mandiamo al rogo, nemmeno virtualmente, nessuno. Libertà e rispetto sono valori a beneficio di tutti. E nessuno sarà legittimato a eventuali contro-reazioni sopra le righe. Ma quella minoranza ci è molto dispiaciuta per il mancato senso di opportunità. La politica appartiene alla vita, però non le esaurisce. Siamo tutti in viaggio sopra questa terra e sotto questo cielo. Siamo tutti fragili. Non dimentichiamolo mai. (rp)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *