Il virus non ferma l'ossessione| Perseguita il suo ex: arrestata - Live Sicilia

Il virus non ferma l’ossessione| Perseguita il suo ex: arrestata

La donna è stata anche sanzionata per aver violato le misure previste dal decreto anti Covid-19

PALERMO
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Nonostante i divieti e le misure restrittive per l’emergenza Covid-19 avrebbe perseguitato il suo ex compagno trasformando la sua vita in un incubo. E’ stata arrestata nel centro storico di Palermo dopo l’ennesima irruzione nel palazzo in cui l’uomo abita, una donna di 44 anni. A bloccarla i poliziotti del commissariato Oreto-Stazione ai quali la vittima ha raccontato il lungo calvario. Una scia di persecuzioni e aggressioni fisiche giunte al termine soltanto ieri sera: la donna si è presentata di nuovo alla porta d’ingresso dell’abitazione dell’ex fidanzato, pretendendo con fare minaccioso ed aggressivo di vederlo. Al suo rifiuto si è poi seduta sui gradini della scala dell’edificio, ripetendo che non sarebbe andata via.

“Altrettanto ostile anche il suo comportamento nei confronti degli agenti – spiega la polizia – intervenuti, come già in altre occasioni, su richiesta dell’ex compagno, anche lui 44enne”. La donna avrebbe ribadito più volte di dover parlare con l’ex compagno, considerando ciò una esigenza ancor più grave dell’emergenza sanitaria in corso. Con difficoltà i poliziotti sono riusciti inizialmente ad allontanarla, ma la donna è poi riuscita a ad entrare nuovamente nel palazzo, opponendo resistenza e inveendo contro l’uomo che, a quel punto, ha raccontato nel dettaglio la vicenda.

La sua ex fidanzata aveva citofonato insistentemente, cercando contemporaneamente di contattarlo telefonicamente, come era già avvenuto svariate volte in passato. Non aveva mai accettato la fine della loro relazione, nata quattro anni fa, durato circa tre mesi e poi finita per volontà dell’uomo; da allora le loro occasioni di incontro erano state inizialmente sporadiche, poi erano diventate sempre più frequenti, in particolare nei luoghi frequentati dalla vittima, dove la donna spesso si trovava in circostanze apparentemente casuali, lasciando intendere che si trattava di coincidenze.

“Col passare del tempo – precisa la polizia – gli incontri erano diventati sempre più assidui, al punto da assumere condotte persecutorie caratterizzate da continui e reiterati episodi di molestie ai suoi danni, che lo avevano costretto a cambiare radicalmente le proprie abitudini e a frequentare altri luoghi; ma la donna, nonostante ciò, era sempre riuscita ad intercettare tali cambiamenti, mettendo in atto ulteriori episodi molesti che in alcuni casi sfociavano in vere e proprie aggressioni fisiche, già denunciate dalla vittima”. Per la 44enne sono quindi scattate le manette per atti persecutori e resistenza a pubblico ufficiale. E’ inoltre stata sanzionata per aver violato le misure per il contenimento del contagio da Covid-19.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Ma chi sarà il sosia di Raul Bova?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *