Il voto a Milazzo e Barcellona |La Lega: "Serve centrodestra unito" - Live Sicilia

Il voto a Milazzo e Barcellona |La Lega: “Serve centrodestra unito”

Antonio Catalfamo

La stoccata di Catalfamo e Francilia: "No alla politica dei due forni"

Amministrative
di
2 Commenti Condividi

MESSINA – “Il progetto del centrodestra sta proseguendo in vista delle elezioni comunali di Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto, all’insegna di una coalizione che aspira a compattarsi ancora maggiormente e viaggiare in squadra, così come sempre auspicato nel percorso intrapreso in questi mesi. Tuttavia, affinché ciò avvenga, risulta imprescindibile uniformare le dinamiche sui due comuni. Risulterebbe inconcepibile che Barcellona possa essere terreno di sintesi rimanendo Milazzo, invece, terreno di scontro, o anche viceversa”. Così Antonio Catalfamo, capogruppo della Lega all’Ars, e Matteo Francilia, segretario provinciale del Carroccio messinese.

“Diviene infatti impossibile, in caso di progettualità a compartimenti stagni, pensare a un grande polo commerciale-turistico, ben rappresentato da Barcellona e Milazzo – proseguono -. Andare separati in coalizioni diverse a distanza di pochi chilometri non sarebbe credibile per i cittadini e non sarebbe credibile per le istituzioni. La Lega vuole invece farsi garante dell’ennesima prova di dialogo tesa a evitare ulteriori indugi e fraintendimenti. Spazio per scrivere insieme il programma e rilanciare i nostri territori. Riteniamo, a tal proposito, rivedibile e correggibile che soggetti politici di governo di centrodestra continuino a sostenere un candidato a sindaco a Milazzo che ha, tra le sue fila, candidati tesserati nel Pd, Articolo 1, Liberi e Uguali e chi più ne ha più ne metta. Il centrodestra è sinonimo di affidabilità e garanzia per l’elettore e, pertanto, continuiamo a sentire l’esigenza di proseguire in un dialogo costruttivo e a demonizzare, nello stesso tempo, la politica dei due forni che non giova a nessuno. Speriamo che queste riflessioni siano condivise a tal punto da stimolare, a livello regionale, la ripresa dei tavoli di concertazione tra i partiti del centrodestra, interrotti a febbraio a causa dell’insorgere dell’emergenza sanitaria”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Ma Ad Acireale dopo quello che ha scritto uno dei vostri.. e la replica stata pure peggio avete niente da dire?
    La lega in sicilia alle prossime regionali non sarà in grado neanche di fare le liste..
    Non ce la vedo proprio la deputata regionale fare la leghista.. lei che ha un passato da persona moderata e che sa fare politica diversamente dai leghisti siciliani che sanno fare solo post su fb.

    Centrodestra unito per aumentare i consensi alla lega!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.